Svizzera-Ue

Accordo quadro: cantoni per relazioni stabili con Ue

SDA

26.5.2021

Immagine d'illustrazione
Immagine d'illustrazione
Keystone

Per i cantoni, relazioni stabili con l'UE rimangono della massima importanza. La Conferenza dei governi cantonali (CdC) intende quindi impegnarsi per il mantenimento degli accordi bilaterali esistenti.

SDA

26.5.2021

«Il Consiglio federale ha deciso di terminare i negoziati sull'accordo istituzionale, poiché è diventato chiaro che non è possibile raggiungere un accordo politico per risolvere le differenze tra la Svizzera e l'UE. Una situazione che i cantoni deplorano fortemente», afferma un comunicato.

I cantoni sono dell'opinione che l'approccio bilaterale debba essere continuato anche se i negoziati sono falliti e che le conseguenze del fallimento e le questioni in sospeso nelle relazioni con l'UE debbano essere chiarite al più presto. Presumono che il Consiglio federale abbia già esplorato diverse piste e che presto farà dei passi in questa direzione.

I cantoni considerano anche importante che la Svizzera mantenga e sviluppi le sue relazioni commerciali al di fuori dell'UE. Nonostante il fallimento dei negoziati, ribadiscono il loro sostegno al Consiglio federale, poiché ora si tratta di preservare e sviluppare gli accordi con l'UE e gli altri partner commerciali.