Lavoro

Accordo tra Ginevra e Uber: gli autisti potranno lavorare

tb, ats

10.6.2022 - 18:09

Gli autisti di Uber potranno presto riprendere l'attività a Ginevra. Il cantone e la direzione di Uber hanno raggiunto oggi un accordo.

La vertenza fra le autorità cantonali e Uber durava da diversi anni.
Immagine d'archivio.
KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI

tb, ats

10.6.2022 - 18:09

Secondo il comunicato stampa del Dipartimento cantonale dell'Economia e del Lavoro, l'intesa formalizza l'impegno dell'azienda a rispettare la legge, come stabilito dal Tribunale federale. Considerati come dipendenti, gli autisti beneficeranno del salario minimo cantonale e saranno affiliati alle assicurazioni sociali.

I conducenti di Uber erano fermi dallo scorso fine settimana (4 giugno), in seguito alla decisione della Tribunale federale. L'Alta Corte ha confermato una sentenza della giustizia ginevrina e stabilito che il rapporto tra Uber e gli autisti di Ginevra si basa su un contratto di lavoro.

Per tale ragione l'impresa deve essere considerata una ditta di trasporto ed è tenuta a rispettare la normativa sui tassisti. Deve quindi osservare le disposizioni in materia di protezione sociale dei dipendenti e tenere conto dei contratti collettivi del settore di riferimento.

«Le trattative con la direzione di Uber sono state costruttive. Sono molto felice di aver raggiunto un accordo e di vedere che Uber BV si assume le sue responsabilità a Ginevra», ha dichiarato Fabienne Fischer, responsabile del dipartimento.

«Questo accordo consente ai conducenti che lo desiderano di riprendere la loro attività nel Cantone. Faremo del nostro meglio per accompagnarli verso questo nuovo modello», ha aggiunto Jean-Pascal Aribot, General Manager di Uber Svizzera.

tb, ats