All'anno 50 gravi incidenti con bimbi in bici, la maggior parte per colpa loro

bt, ats

25.5.2021 - 12:53

I bambini non sempre sono consapevoli dei pericoli della strada quando sono in sella alla loro bici.
Keystone

Ogni anno circa 50 bambini subiscono un grave incidente ciclistico e due perdono la vita.

bt, ats

25.5.2021 - 12:53

Nel periodo del primo caldo, in cui molti inforcano la bici per recarsi a scuola o praticare attività del tempo libero, l'Ufficio prevenzione infortuni (Upi) ha deciso di lanciare una campagna incentrata proprio sui più giovani.

Dalle statistiche, riferisce una nota odierna, emerge che due incidenti su tre sono collisioni con un veicolo o un pedone, spesso a un incrocio o a un imbocco di una strada. In circa la metà dei casi è il bambino a provocare lo scontro, in quanto non ha ancora «sviluppato appieno la percezione, l'attenzione e la consapevolezza dei pericoli», spiega, citata nella nota, Andrea Uhr, psicologa del traffico e ricercatrice presso l'Upi.

Neppure gli adolescenti si comportano sempre in modo affidabile nella circolazione stradale. Nel loro caso, le minacce sono diverse, ovvero una maggiore propensione al rischio e la tendenza a sopravvalutarsi. Inoltre, i giovani indossano più raramente il casco rispetto ai bambini.

L'Upi rafforza quindi la sua campagna sul percorso casa-scuola in collaborazione con la polizia e con il Fondo di sicurezza stradale (FSS), incentrandola sul tema prioritario bicicletta, e dà il via a un'ulteriore ondata di comunicazione su scala nazionale. Per mezzo di manifesti, spot radiofonici e video, nonché sul sito web doppia-prudenza.ch, viene richiamata l'attenzione degli utenti sul fatto che i bambini nel traffico sono imprevedibili.

bt, ats