Argovia: è allarme tubercolosi alla scuola elementare di Suhr

ATS

6.9.2019 - 12:19

Allarme tubercolosi alla scuola elementare di Suhr (AG). Un'allieva ha contratto la malattia e i suoi compagni dovranno sottoporsi fra sette settimane a un test del sangue (foto d'archivio).
Source: KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

Un'allieva della quarta elementare di Suhr, in Argovia, si è ammalata di tubercolosi. La ragazzina è ricoverata da tre settimane in ospedale. I compagni di scuola e il personale insegnante dovranno sottoporsi fra sette settimane ad un esame del sangue

A doversi sottoporre al test del sangue saranno gli scolari e le persone che negli ultimi due mesi hanno trascorso più di otto ore in compagnia della bambina ammalata, scrive oggi, venerdì, la direzione della scuola in una lettera trasmessa a tutti i 1350 genitori degli allievi dell'istituto.

È possibile che la bambina abbia contratto la malattia durante le vacanze estive, ha dichiarato la direttrice Denise Widmer a Keystone-ATS. La ragazzina ammalata ha meno di 12 anni e la scuola sta pianificando le misure del caso a stretto contatto con la Lega polmonare e con le autorità cantonali.

550 casi all'anno

La tubercolosi è una malattia causata da determinati tipi di microbatteri che può essere trasmessa per via aerea quando le persone ammalate tossiscono. Secondo l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), in Svizzera si registrano circa 550 casi di tubercolosi all'anno, per la maggior parte fra i migranti.

Il contagio può avvenire quando ci si trova per alcune ore nel medesimo locale con una persona infetta. Il contagio è dimostrabile solamente dopo 2 mesi. Ed anche in un simile caso, soltanto tra il 5 e il 10% delle persone si ammalano, perlopiù nel giro di due anni. scrive ancora l'UFSP.

I sintomi tipici sono tosse, spesso con espettorato, febbre e perdita di peso. La tubercolosi può essere curata con antibiotici specifici da assumere sull'arco di più mesi. Senza un trattamento adatto, la malattia può avere un decorso letale.

La Svizzera in immagini

Tornare alla home page

ATS