Svizzera Il Consiglio federale propone di agevolare l'abbattimento di lupi

fc, ats

9.11.2022 - 11:01

Un branco di lupi fotografati nel 2014 sul massiccio del Calanda, nei Grigioni
Un branco di lupi fotografati nel 2014 sul massiccio del Calanda, nei Grigioni
Keystone

In futuro dovrebbe essere più facile abbattere i lupi. Lo ha proposto oggi il Consiglio federale inviando in consultazione un'ordinanza, che dovrebbe restare in vigore fino all'entrata in vigore della prossima revisione della legge sulla caccia.

fc, ats

9.11.2022 - 11:01

Attualmente nel nostro Paese vivono almeno 180 lupi e 20 branchi, i cui effettivi sono in continua crescita. «Tenuto conto delle sfide che questa situazione comporta per l'economia alpestre, il Consiglio federale intende agevolare l'abbattimento dei lupi allentando ulteriormente le disposizioni già adattate nel 2021», si legge in un comunicato governativo odierno.

Per farlo l'esecutivo dice di aver tenuto conto delle proposte formulate da 14 organizzazioni che operano nel campo della protezione e della gestione. Le relative modifiche d'ordinanza, inviate oggi in consultazione fino al 23 febbraio, dovrebbero entrare in vigore in tempo per la stagione di estivazione 2023.

La revisione parziale dell'ordinanza sulla caccia prevede in particolare l'agevolazione dell'abbattimento di singoli lupi che provocano danni. Nei territori frequentati da questi predatori e nei quali sono già stati registrati danni in passato, il Governo propone di ridurre la soglia di danno determinante per l'abbattimento da 10 a 8 predazioni di capi di bestiame da reddito. Sarà anche più facile sopprimere un animale qualora dovesse rappresentare un pericolo per le persone.

Regolazione dei branchi con abbattimento di un giovane lupo

La revisione parziale dell'ordinanza sulla caccia prevede pure la regolazione dei branchi mediante l'abbattimento di un giovane lupo nato l'anno precedente (attualmente non è possibile regolare un branco che non si è riprodotto). Ciò presuppone un danno rilevante o un pericolo notevole per le persone.

Con la revisione proposta, verrà peraltro considerato «danno rilevante» non soltanto l'uccisione di bovini, equini o camelidi del nuovo mondo (come lama e alpaka) ma anche il loro ferimento grave.

Come detto, le disposizioni proposte resterebbero valide fino all'entrata in vigore del nuovo progetto di modifica della legge federale sulla caccia, volto a consentire una regolazione proattiva degli effettivi di lupi. Il dossier è attualmente sui banchi del Parlamento.

fc, ats