Covid

Covid: gli ospedali di Zurigo devono rimandare gli interventi chirurgici

pl, ats

2.9.2021 - 10:45

L'ospedale Triemli di Zurigo (foto d'archivio).
L'ospedale Triemli di Zurigo (foto d'archivio).
Keystone

A causa dei pazienti Covid, gli ospedali Triemli e Waid che appartengono alla città di Zurigo si vedono di nuovo costretti a cancellare interventi chirurgici per la mancanza di posti di terapia intensiva.

pl, ats

2.9.2021 - 10:45

Nelle due strutture sono attualmente ricoverati 27 pazienti Covid, di cui nove in terapia intensiva. Sette malati Covid devono essere ventilati, e per tre di loro si deve far ricorso ad apparecchiature di ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO), indica oggi in una nota la direzione dei due ospedali cittadini.

Tutti i pazienti Covid che si trovano in questi reparti di cure intense non sono stati vaccinati. Fra questi ci sono anche giovani che non avevano malattie pregresse e cinque di loro sono persone rientrate dalle vacanze all'estero, precisa ancora la nota.

I pazienti Covid impegnano più risorse

Vista la nuova situazione, i due nosocomi cittadini hanno dovuto chiudere tre sale operatorie. Se la degenza in terapia intensiva di un paziente «normale» dopo un intervento serio dura da due a quattro giorni, quella dei pazienti Covid dura normalmente da due a quattro settimane.

Questi pazienti richiedono anche molte più risorse degli altri, scrive la direzione dei due ospedali.

pl, ats