Esodo verso sud

Ecco come evitare gli ingorghi di Pasqua

red

13.4.2022

Ogni anno di nuovo: ingorgo pasquale di fronte al portale nord del San Gottardo.
Ogni anno di nuovo: ingorgo pasquale di fronte al portale nord del San Gottardo.
Keystone

Arriva la Pasqua, arriva la voglia di partire: un pensiero che accomuna molti svizzeri e, di conseguenza, le strade vengono invase e le code sembrano inevitabili. Ma ecco alcuni consigli per cercare di non finire nel bel mezzo degli ingorghi dovuti all'esodo pasquale verso sud.

red

13.4.2022

Gas, freno, gas, freno. E così per ore. Sembra ormai essere questa la prospettiva se l'obiettivo è quello di trascorrere la Pasqua al sud delle Alpi. Ma ci sono alcuni consigli che si possono prendere in considerazione per evitare di trovarsi in questa situazione.

«L'esperienza ha dimostrato che il traffico pasquale inizia il mercoledì pomeriggio presto prima delle vacanze. Da questo momento in poi, così come il Giovedì Santo e il Venerdì Santo, i viaggiatori devono aspettarsi molto traffico e lunghi tempi di attesa, soprattutto al portale nord della galleria autostradale del San Gottardo», scrive l'Ufficio federale delle strade (USTRA) nelle sue previsioni di traffico per Pasqua.

Quest'anno, l'USTRA si aspetta di nuovo molto traffico, poiché il desiderio delle persone di viaggiare è aumentato dopo che sono state tolte tutte le restrizioni legate alla pandemia di Covid che hanno caratterizzato gli ultimi due anni.

Se si ha comunque l'intenzione di andare a sud attraverso il tunnel del San Gottardo, il consiglio è quello di partire giovedì mattina sul presto.

Ingorghi tra le 9 e le 21

Gli ingorghi di Pasqua sono previsti a partire dalle 9 del mattino e le 21 di sera, in particolare sulla A2 nella zona della galleria del San Gottardo.

In alternativa, è possibile percorrere la strada del San Bernardino sulla A13, il Passo del Sempione o il tunnel del Gran San Bernardo.

Non solo sulla rotta del San Gottardo si è bloccati negli ingorghi a Pasqua.
Non solo sulla rotta del San Gottardo si è bloccati negli ingorghi a Pasqua.
USTRA

Carichi elevati di traffico sono attesi anche sulle rotte Spiez – Kandersteg, sulla Axenstrasse tra Brunnen e Flüelen, tra Raron e Brig, nonché tra Bellinzona e Locarno.

Per il trasporto in auto da Furka a Realp, da Lötschberg a Kandersteg e dalla Vereina a Klosters-Selfranga, potrebbero esserci lunghi tempi di attesa tra le 10 e le 15 durante il viaggio di andata.

Gli ingorghi previsti sulla via del ritorno

L'esodo per il rientro, quindi da sud verso nord attraverso il San Gottardo, inizierà la domenica di Pasqua intorno alle 15 e proseguirà dalle 10 del lunedì. Se possibile, sarebbe consigliabile partire nella mattinata di domenica oppure dopo le 22 del giorno di Pasquetta. La congestione è prevista sulla rotta tra Gampel e Goppenstein.

Per quanto riguarda il trasporto di auto, il momento di massimo afflusso dovrebbe essere tra domenica e lunedì, dalle 11 alle 19.