Farmaci: costi stabili, boom nell'ambito dello Spitex

hm, ats

25.11.2020 - 18:01

Il settore Spitex è al centro dell'ultimo rapporto Helsana.
SDA

Costi dei farmaci di 7,6 miliardi di franchi nel 2019, stabili rispetto all'anno prima; impiego di biosimilari di per sé promettente, ma nella pratica non sufficientemente esteso; boom di medicinali nell'ambito dello Spitex.

Sono questi, in estrema sintesi, i tre elementi principali che emergono dall'ultima edizione, pubblicata oggi, del periodico rapporto sui medicamenti di Helsana. Il lettore viene anche a sapere che l'anno scorso sono stati introdotti sul mercato soltanto 13 nuovi principi attivi (antitumorali e immunosoppressori), dei quali unicamente due possono essere classificati come potenzialmente innovativi, a detta dell'assicuratore malattia.

Un'analisi supplementare è stata dedicata allo Spitex. Spinte dal desiderio di trascorrere a casa la terza età sempre più persone prendono in considerazione le prestazioni di cura a domicilio. Questa tendenza ha fatto esplodere l'uso di farmaci: +48% dal 2013, stando a Helsana. In media si utilizzano contemporaneamente 16 preparati, contro i 9 cui fanno ricorso gli ospiti delle case di cura. L'assunzione concomitante di almeno cinque principi attivi è considerata problematica, sottolinea la società assicurativa.

Tornare alla home page

hm, ats