I Verdi Liberali entrano in Municipio a Neuchâtel, rubando un seggio al PS

ATS

26.10.2020 - 20:18

Immagine d'illustrazione
Immagine d'illustrazione
Keystone

I Verdi-liberali fanno la loro entrata nell'esecutivo del nuovo comune di Neuchâtel – fresco di fusione – strappando la seconda poltrona al PS.

I Verdi conservano un seggio e visto che il PLR mantiene i suoi due municipali, la maggioranza si sposta verso il centro-destra.

Tra i Verdi, la municipale uscente Christine Gaillard, criticata per la sua gestione dell'ufficio costruzioni, non è stata riconfermata. Al suo posto è però stata eletta la compagna di partito Nicole Baur.

Estromessa anche la municipale socialista Anne-Françoise Loup. Il PS conserva una sola poltrona con Thomas Facchinetti, che si è piazzato secondo fra gli eletti.

Il miglior risultato è stato quello della municipale del PLR Violaine Blétry-de Montmollin. Il secondo municipale liberale radicale è Didier Boillat, presidente del PLR cantonale che prende il posto del dimissionario Fabio Bongiovanni. Il PVL ha creato la sorpresa conquistando con Mauro Moruzzi una poltrona nell'esecutivo comunale.

La Chaux-de-Fonds: Verdi tornano in municipi

A la Chaux-de-Fonds, la sorpresa è l'entrata in municipio del presidente cantonale di Verdi Patrick Herrmann. A farne le spese è anche in questo caso un'uscente del PS, l'attuale responsabile delle opere sociali Katia Babey. L'esecutivo della città orologiera rimane così tutto maschile.

Il PS conserva un'unica poltrona con Théo Huguenin-Elie. Riconfermato anche Théo Bregnard del POP (Partito operaio popolare). Due le poltrone andate ai partiti borghesi: Jean-Daniel Jeanneret-Grosjean (PLR) ha preso il posto della dimissionaria Sylie Morel, e l'UDC Thierry Brechbüher ha sostituito Marc Arlettaz, che a sua volta non si è ripresentato.

Le elezioni comunali neocastellane sono state caratterizzate ieri da una panne al sistema informatico che ha ritardato i risultati fino ad oggi.

Tornare alla home page

ATS