Per gli svizzeri è tardi per salvare il pianeta

ATS

9.5.2019 - 12:11

Per la maggior parte degli svizzeri è ormai troppo tardi per salvare il pianeta. Immagine d'archivio.
Source: KEYSTONE/GAETAN BALLY

Per la maggior parte degli svizzeri è ormai troppo tardi per «salvare il pianeta»: meno di un terzo (il 31%) pensa che ci sia ancora il tempo per farlo, stando a un sondaggio pubblicato giovedì dal giornale romando «Le Temps».

Più ottimisti sembrano essere i «leader d'opinione» (politici, imprenditori, personalità dell'economia, della cultura e della scienza), per il 55% dei quali il salvataggio è ancora possibile.

Sia il grande pubblico (69%) sia i leader d'opinione (73%) pensano che i politici svizzeri non facciano quel che sarebbe necessario per il clima, rivela l'inchiesta «Sophia»: il sondaggio è stato realizzato nelle tre principali regioni linguistiche dall'istituto M.I.S Trend in occasione della 15esima edizione del «Forum dei 100», organizzata giovedì dal giornale a Losanna e dedicata alla transizione ecologica. Fra gli oratori annunciati figura anche il consigliere federale Ignazio Cassis.

Messa in questione è in particolare la revisione della legge sul CO2, che è stata rifiutata dal Consiglio nazionale lo scorso 11 dicembre. Oltre i due terzi degli interpellati in entrambe le categorie sondate sono per leggi coercitive.

Gli svizzeri si sforzano comunque di dare il loro contributo: il 94% dice di aver adeguato il suo modo di vita per il bene dell'ecologia. Il 75% pensa tuttavia che potrebbe fare di più.

La Svizzera in immagini

Tornare alla home page

ATS