Postfinance: riduzione dei margini, clienti chiamati alla cassa

ats

10.10.2018

Da gennaio i clienti privati di Postfinance con un patrimonio superiore a 7’500 franchi pagheranno una tassa di gestione del conto (foto d'archivio).
sda

A causa di una regolamentazione sempre più pesante e degli interessi negativi, tutti elementi che hanno eroso i margini, da gennaio i clienti privati di Postfinance con un patrimonio superiore a 7’500 franchi pagheranno una tassa di gestione del conto di 5 franchi al mese, prelievo che finora veniva applicato solo ai clienti privati con un patrimonio inferiore a tale importo.

Inoltre, precisa una nota odierna di Postfinance, i clienti che detengono un conto privato plus con un patrimonio complessivo di oltre 25 mila franchi dovranno pagare un balzello mensile di 5 franchi. Finora su tali conti non veniva eseguito alcun prelievo.

Gli estratti conto mensili in formato cartaceo, finora gratuiti, avranno un costo di un franco al mese, mentre chiedere informazioni sul saldo per telefono e allo sportello (senza PostFinance Card) costerà in futuro 4 franchi. Anche questo servizio è al momento gratuito. I clienti commerciali pagheranno invece 30 franchi l’anno per ciascuna PostFinance Card (finora due carte gratuite).

Saranno esentati da simili tasse i clienti privati che detengono prodotti d’investimento (fondi di previdenza compresi) per un importo di almeno 25 mila franchi o che sottoscrivono un’assicurazione sulla vita o un’ipoteca.

La Svizzera in immagini

Tornare alla home page