Votazioni

Svizzeri alle urne su quattro temi federali, ma non solo

ATS / sam

13.2.2022 - 05:00

Immagine d'illustrazione
Immagine d'illustrazione
KEYSTONE

Giornata di votazioni oggi in Svizzera. A livello federale ci sono quattro oggetti su cui il popolo dovrà esprimersi, ma alcune consultazioni importanti si tengono anche a livello cantonale e comunale, anche in Ticino e nei Grigioni. Dalle 12 vi proporremo un live-blog con risultati, reazioni e tanto altro.

ATS / sam

13.2.2022 - 05:00

A livello nazionale, gli elettori sono chiamati a esprimersi su due iniziative popolari, una che chiede il divieto della pubblicità del tabacco diretta ai giovani e l'altra la proibizione degli esperimenti sugli animali, e su due modifiche di legge, quella sull'abolizione della tassa di bollo percepita sull'emissione di capitale proprio, e quella riguardante gli aiuti a favore dei media.

Stando all'ultimo sondaggio della SSR, diffuso a inizio febbraio, solo l'iniziativa popolare «Sì alla protezione dei fanciulli e degli adolescenti dalla pubblicità per il tabacco» verrebbe accolta. L'iniziativa volta a proibire gli esperimenti sugli animali verrebbe invece chiaramente respinta. Bocciate anche la modifica della legge federale sulle tasse di bollo e le misure a favore dei media.

I temi cantonali

In diversi cantoni gli elettori sono chiamati anche a pronunciarsi su tutta una serie di leggi e proposte che vanno dagli aiuti agli ospedali per l'emergenza Covid, alla protezione del clima, dagli sgravi fiscali ai diritti fondamentali dei primati.

Soletta è l'unico cantone a sottoporre a votazione popolare le spese aggiuntive causate agli ospedali dalla pandemia di Covid e dalla decisione del Consiglio federale che nella primavera del 2020 aveva vietato a ospedali e cliniche di effettuare interventi e terapie non urgenti.

A Sciaffusa sono poste in votazione due modifiche della legge fiscale. La prima, volta ad attirare nuovi contribuenti, chiede di aumentare le detrazioni per i premi assicurativi delle persone fisiche e di ridurre le aliquote delle imposte sulla sostanza. La seconda modifica mira ad alleviare la pressione fiscale in seguito alla crisi del Covid per gli anni dal 2022 al 2024.

Le scimmie sono umane?

A Basilea Campagna, un'iniziativa dei Verdi vuole obbligare le autorità a inserire in un'apposita legge cantonale gli obiettivi dell'accordo di Parigi sul clima.

Prima svizzera e argomento fuori dagli schemi, a Basilea Città i votanti si esprimono sui diritti fondamentali dei primati: un'iniziativa presentata dal movimento antispecista Sentience Politics chiede che la costituzione della città-cantone garantisca ai «primati non umani» il diritto alla vita e all'integrità fisica, proprio come avviene per gli umani.

Nel canton Berna si vota su una riforma «ecologica» delle tasse di circolazione, che verrebbero calcolate in base alle emissioni di CO2 e al peso dei veicoli. L'aggravio è legato a una riforma fiscale: i 40 milioni di franchi di maggiori entrate previste verrebbero interamente utilizzati per ridurre le imposte delle persone fisiche.

Due gli oggetti in votazione a Ginevra. Il primo riguarda una modifica costituzionale che attribuisce ai Servizi industriali di Ginevra il monopolio sulle reti di teleriscaldamento. I votanti devono inoltre decidere se inasprire le condizioni per ottenere un alloggio sociale.

Nel Giura ci si esprime sulla trasparenza nel finanziamento dei partiti.

Turgovia e Glarona, elezioni scontate

Oltre ai temi federali, gli elettori turgoviesi e glaronesi dovranno anche stabilire la composizione per i rispettivi esecutivi cantonali; l'esito della consultazione appare scontato. In Turgovia, un solo candidato è in corsa in un'elezione suppletiva. A Glarona i cinque consiglieri di Stato uscenti si ripresentano senza sfidanti.

I cinque consiglieri di Stato glaronesi che saranno riconfermati sono la Landamano – o presidente del governo – Marianne Lienhard (UDC), i due liberali-radicali Benjamin Mühlemann e Andrea Bettiga, Kaspar Becker (Centro) e Markus Heer (PS).

In Turgovia si sceglie il successore della titolare del Dipartimento infrastrutture e ambiente Carmen Haag (Centro). Unico candidato è il collega di partito, il sindaco di Arbon e gran consigliere Dominik Diezi. Anche i Verdi e i Verdi-liberali avevano pensato di presentare candidati, ma hanno preferito sostenere quello del Centro che considerano vicino alle posizioni ambientaliste.

Zurigo città, si rinnovano poteri comunali

A Zurigo, la maggiore città svizzera, si terranno invece le elezioni cittadine: la maggioranza rosso-verde non sembra minacciata né in municipio né in consiglio comunale. Nell'esecutivo lo schieramento rosso-verde può contare su una maggioranza di sei poltrone su nove (3 PS, 2 Verdi e 1 Lista alternativa). Il PLR ha due mandati e i Verdi liberali (PVL) uno. Soltanto uno dei municipali uscenti non si ripresenta: il responsabile del dicastero dei lavori pubblici Richard Wolff (Lista alternativa, AL).

Il partito della sinistra alternativa vuole difendere il seggio che detiene dal 2013 con il consigliere comunale Walter Angst. La poltrona è però ambita da tutti i principali partiti, che lanciano nella corsa altri otto candidati. Il PS vuole riconquistare il quarto seggio perso nel 2018. I Verdi candidano, assieme a due uscenti, il 24enne Dominik Waser, giovane esponente dello sciopero per il clima. Il PLR punta a un terzo seggio. L'UDC, che dal 1990 non è rappresentata nell'esecutivo della più grande città elvetica, presenta due candidati.

In consiglio comunale lo schieramento rosso-verde controlla attualmente 69 dei 125 seggi (PS 43, Verdi 16, AL 10). Il centrodestra arriva a 38 deputati (PLR 21, UDC 17) e in questa legislatura non ha avuto grandi possibilità far passare le proprie proposte, nemmeno contando sull'appoggio del PVL (14 seggi) e del PEV (4). Tutto fa pensare che i rapporti di forza saranno mantenuti.

Alcune consultazioni anche in Ticino e nei Grigioni

E, infine, alcuni elettori di Ticino e Grigioni sono chiamati a esprimersi su alcune consultazioni a livello comunale.

A Bodio, Giornico, Pollegio e Personico si vota sul progetto aggregativo del nuovo comune di Sassi Grossi. A Novazzano i cittadini devono dire la loro su un credito per la progettazione definitiva di alloggi per anziani autosufficienti.

A Coira, infine, sono sottoposti a votazione un'iniziativa e un controprogetto su un incremento dei contributi agli asili nido, e i crediti destinati ad alcuni grandi eventi sportivi.

ATS / sam