Uno sorso di cultura romancia per l'amministrazione federale

uj, ats

3.3.2021 - 18:33

Berna, con l'aiuto di Lia Rumantscha, vuole impegnarsi di più per il romancio.
Keystone

L'amministrazione federale vuole avvicinare i suoi impiegati alla lingua e alla cultura romancia. A questo scopo, in collaborazione con Lia Rumantscha, la Confederazione ha lanciato una campagna pluriennale.

uj, ats

3.3.2021 - 18:33

Oggi la Confederazione e Lia Rumantscha, l'organizzazione mantello delle associazioni che promuovono la lingua romancia, hanno annunciato che la campagna di sensibilizzazione per i collaboratori dell'amministrazione durerà per tutto il resto della legislatura 2020-23. L'iniziativa rappresenta l'occasione per avvicinarsi degnamente al 25° anniversario del romancio quale lingua federale semi-ufficiale. Proprio il 10 marzo 1996, la lingua nazionale più «piccola» era stata promossa dal 76 percento degli elettori svizzeri a lingua parzialmente ufficiale in seno alla Confederazione.

Tuttavia, come ha spiegato all'agenzia Keystone-ATS la delegata federale per il multilinguismo Nicoletta Mariolini, il romancio, con i suoi cinque idiomi, non ha vita facile nell'amministrazione federale. Infatti il romancio non è una lingua utilizzata quotidianamente nel lavoro dell'amministrazione.

Ora il Consiglio federale intende rafforzare la posizione del romancio e ha dichiarato che la sua promozione all'interno dell'amministrazione rappresenta una delle priorità della legislatura. Per la prima volta è stata organizzata una campagna di sensibilizzazione strutturata sulla cultura della minoranza linguistica.

Conoscere la lingua, la cultura e la storia

I partecipanti imparano la provenienza della lingua retoromancia e come si è sviluppata negli anni. Imparano anche che i retoromanci hanno sei lingue scritte, i cinque idiomi e la lingua standard Rumantsch Grischun, e imparano a conoscere le regioni dove queste sono vengono parlate e scritte.

Inoltre, il personale amministrativo dovrebbe essere informato sulla situazione attuale dei retoromanci, conoscere alcuni aspetti della loro cultura e alcune loro tradizioni. Infine dovrebbero anche imparare qualche parola in romancio, per esempio come ordinare qualcosa, ringraziare o contare.

Sono previsti tre eventi retoromanci all'anno, probabilmente della durata di 90 minuti e inizieranno il 10 marzo, che corrisponde al giorno dell'anniversario. Il primo di questi sarà organizzato online da Lia Rumantscha nel rispetto delle misure di protezione e i partecipanti saranno accompagnati lungo un viaggio attraverso il mondo del romancio.

Per festeggiare questo anniversario della lingua ufficiale parziale della Confederazione, i collaboratori dell'Amministrazione federale sono invitati all'insegna di: «Immergetevi nella lingua e nella cultura romancia e scoprite la diversità e la ricchezza di questo tesoro svizzero parlato da circa 60'000 concittadini».

uj, ats