Prenotazioni alberghiere in aumento ma manca personale

pv, ats

7.11.2021 - 11:37

The VIP Apero in front of the Hotel Restaurant Riffelberg with the Matterhorn in the background, prior to the premiere of the theater
Hotel Restaurant Riffelberg a Zermatt nel Canton Vallese 
KEYSTONE

Le prenotazioni nel settore alberghiero per la stagione invernale in Vallese hanno quasi raggiunto il livello precedente alla crisi di Covid-19. È quanto emerge da un'inchiesta condotta dalla SonntagsZeitung.

pv, ats

7.11.2021 - 11:37

I visitatori provenienti dagli Stati Uniti e dal Sud-Est asiatico stanno di nuovo prenotando vacanze come prima della pandemia. E anche in Europa, sono in forte ripresa le prenotazioni da Germania, Benelux e Gran Bretagna: il livello delle prenotazioni è chiaramente migliore dell'anno scorso, riporta il domenicale.

Ma ad accogliere i turisti ci vuole personale qualificato e qui sorgono i problemi. Solo in Vallese si contano ben 700 posti non occupati, ovvero il 4% del totale degli impieghi nel settore turistico. Stando al domenicale, che riporta le affermazioni di Damian Constantin, direttore di Valais Promotion, poco prima dell'inizio della stagione invernale si assiste soprattutto a una carenza di personale specializzato nella gastronomia e nel settore alberghiero.

Allo stesso tempo, l'industria in Vallese è in piena espansione: aziende come Lonza hanno una grande richiesta di personale e hanno reclutato anche tra gli operatori turistici, prosciugando completamente il mercato del lavoro.

Per Constantin una possibilità è quella di ricorrere agli studenti che frequentano le scuole alberghiere o formazioni analoghe: essi ci consentirebbero di coprire il fabbisogno con poco preavviso, sottolinea il direttore di Valais Promotion. L'associazione di settore Hotelleriesuisse vede di buon occhio questa proposta: «è certamente possibile motivare i diplomati delle scuole alberghiere a breve termine. Alcuni lo faranno sicuramente», afferma Andreas Züllig, presidente dell'associazione di categoria.

pv, ats