Glättli: «Un ambiente sano è un diritto umano»

ats

13.11.2021 - 12:30

Glättli vede davanti a sé nuove vittorie per il partito.
Keystone

Un ambiente sano non è un privilegio, è un diritto umano: lo ha detto il presidente del Verdi svizzeri Balthasar Glättli nel suo intervento all'assemblea dei delegati in corso a Berna.

ats

13.11.2021 - 12:30

La Svizzera ha bisogno di maggior ecologia per far fronte alla doppia crisi dei cambiamenti climatici e della diminuzione della biodiversità, ha aggiunto.

Stando al testo scritto diffuso prima dell'evento il consigliere nazionale zurighese ha criticato anche quelle che considera le parole vuote spesso pronunciate in ambito ambientale. «Come anche a Glasgow, dove il nostro Consiglio federale ha fatto finta che la Svizzera abbia un ruolo pionieristico nella protezione del clima».

«Questo ecologismo di facciata è vergognoso», ha affermato il 49enne. «Le proposte del governo federale per combattere la doppia crisi del clima e della biodiversità sono più che misere e non sono assolutamente all'altezza della situazione.  A Glasgow il presidente della Confederazione Guy Parmelin ha detto agli altri Stati che sono necessari ambiziosi obiettivi intermedi. E allo stesso tempo, la strategia climatica del Consiglio federale manca di obiettivi intermedi vincolanti e delle misure concrete necessarie per raggiungerli».

«Abbiamo bisogno di un altro Consiglio federale, per il bene del clima, della biodiversità e di tutto il nostro pianeta!», ha sostenuto il politico con studi – terminati senza laurea – in filosofia, linguistica e germanistica. «La svolta ecologica in atto nella società e nell'economia sta avvenendo anche nella politica: «lo mostrano gli straordinari risultati delle elezioni cantonali e comunali dal 2019, a partire dagli ultimi concernenti Friburgo». «Un segnale molto incoraggiante, ha concluso Glättli.

L'assemblea si sta tenendo in presenza. È richiesto il certificato Covid, ma non la mascherina. Nell'invito alla riunione i Verdi, in previsione della votazione sulla legge Covid del 28 novembre, ricordano di essere chiaramente favorevoli sia agli aiuti economici che al passaporto sanitario. «Si tratta di permettere la vita economica e sociale nonostante la pandemia», si legge nel documento. Nel suo discorso – stando al testo scritto – Glättli non ha invece affrontato il tema.

ats