Al via in Svizzera la «Week For Future» in favore del clima

ATS

20.9.2019 - 17:24

Manifestanti oggi a Losanna.
Source: KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI

Ha preso il via venerdì la settimana internazionale «Week For Future», in favore della protezione del clima. In Svizzera circa 2000 persone sono scese in piazza in diverse località per sensibilizzare sul tema del cambiamento climatico.

Il movimento internazionale «Fridays for Future» – composto da studenti che seguendo l'esempio della svedese Greta Thunberg non frequentano le lezioni scolastiche il venerdì per partecipare a manifestazioni in cui chiedono e rivendicano azioni per prevenire il riscaldamento globale e il cambiamento climatico – ha deciso questa volta di dedicare alla battaglia un'intera settimana.

Sette giorni di incontri ed eventi a favore del clima, che culmineranno nel terzo sciopero globale previsto per il 27 settembre. In Svizzera sabato 28 settembre si terrà una dimostrazione nazionale a Berna.

Migliaia di persone in diverse città svizzere

Venerdì, nella prima giornata della settimana d'azione, oltre mille persone si sono riunite nel centro di Basilea: presenti soprattutto studenti, ma anche adulti molti dei quali accompagnati dai figli.

A San Gallo circa 500 scolari, muniti di sirene e tute protettive bianche, sono sfilati tra le strade del centro, criticando l'immobilità della politica ma anche le pratiche commerciali spietate dell'industria e delle grandi aziende. Una manifestazione analoga si è tenuta anche a Sion (VS).

A Losanna infine, circa 200 attivisti del movimento Extinction Rébellion hanno bloccato il ponte Bessières, nel centro cittadino. Tra le loro richieste in particolare quella che il Consiglio federale si esprima pubblicamente in merito al riscaldamento climatico, dicendo «la verità su questa situazione critica».

In diverse località si è tenuto il «Park(ing) Day»

Oltre agli scioperi per il clima, sempre nell'ambito della «Week For Future» in diverse località si è tenuto il «Park(ing) Day». Si tratta di un'azione organizzata ogni anno dal 2005 a livello internazionale in favore della riurbanizzazione dei centri.

Di norma, il terzo venerdì di settembre, i posteggi pubblici situati nei centri delle città vengono temporaneamente destinati ad altri scopi: un'oasi verde, un'area di ristorazione, un punto relax o un'attività ludica. Oggi Berna, Basilea, Baden, Ginevra, Bienne, Lenzburg, Losanna, Sciaffusa, San Gallo, Zurigo, Winterthur e Olten hanno aderito a quest'azione.

La Svizzera in immagini

Tornare alla home page