In 16'000 per il Primo maggio a Zurigo

ATS

1.5.2019 - 15:31

16'000 persone, secondo gli organizzatori, hanno partecipato a Zurigo al corteo del Primo maggio.
Source: KEYSTONE/ENNIO LEANZA

Sono state 16'000, secondo gli organizzatori, le persone che hanno preso parte a Zurigo al corteo del Primo maggio, partito sotto il cielo azzurro dalla Helvetiaplatz, nel quartiere della Langstrasse, e arrivato dopo mezzogiorno sulla piazza della Sechseläuten.

Tema della Festa del lavoro è stato quest'anno lo sciopero delle donne in programma il prossimo 14 giugno, con centinaia di giovani donne con striscioni e palloncini di colore viola.

La parte ufficiale della festa si è svolta nella calma. Come ogni anno erano presenti anche persone mascherate degli ambienti di estrema sinistra che hanno fatto esplodere petardi, mentre la polizia ha controllato la situazione da una certa distanza.

Sono stati segnalati alcuni danneggiamenti, scritte sui muri e il lancio di vernice rossa contro una filiale del Credit Suisse. È stata inoltre fermata di una giovane donna vestita da clown che ha danneggiato una volante della polizia sul Limmatquai.

Il comitato organizzatore stima a 16'000 partecipanti alla manifestazione sulla piazza della Sechseläuten, una cifra nettamente superiore ai 12'000-13'000 partecipanti degli ultimi anni, ha detto un portavoce.

Sulla grande piazza, vicino al lago e al Teatro dell'opera, ha preso la paolo la consigliera nazionale Barbara Gysi (PS/SG), che ha criticato la «discriminazione economica delle donne» ed ha rivendicato un innalzamento dei salari ed un miglioramento delle condizioni per i lavori tipicamente svolti dalle donne.

Un'altra oratrice, invitata invitata dal comitato zurighese del Primo maggio, è stata l'attivista indiana Annie Raja. La cinquantacinquenne del Tamil Nadu si batte da tempo per i diritti delle donne in India. È impegnata contro le ingiustizie del sistema indiano delle caste ed ha sposato un uomo della casta dei «dalit» – gli «intoccabili» – rifiutandosi di pagare una dote alla famiglia di lui. Nel suo discorso ha evocato la solidarietà a livello mondiale.

Nella città sulla Limmat, il Primo maggio è accompagnato ogni anno da una grande festa popolare sui terreni della vecchia caserma, con la partecipazione di una sessantina di organizzazioni. I festeggiamenti, accompagnati da eventi politici e culturali, proseguono nel fine settimana.

Tornare alla home page

ATS