Trattamento dati: più fiducia in app Covid che in assicurazioni

bt, ats

2.11.2021 - 09:30

Più di uno svizzero su due non ha alcun problema riguardo all'uso digitale del certificato Covid e delle relative informazioni.
Keystone

Gli svizzeri hanno più fiducia nell'applicazione SwissCovid e nel certificato Covid che nelle assicurazioni per quel che concerne il trattamento dei dati personali.

bt, ats

2.11.2021 - 09:30

È quanto emerge da un sondaggio del sito di confronti online Comparis. Solo le banche e le autorità hanno ottenuto note migliori delle due app della Confederazione.

Oltre agli assicuratori, esse si mettono dietro anche le piattaforme di prenotazione e i negozi online, precisa comparis.ch in una nota diffusa oggi. Oltre uno svizzero su due (più precisamente il 57,7%) non ha espresso alcuna riserva sull'utilizzo del pass sanitario elettronico e sul mettere a disposizione i dati corrispondenti su Internet.

Secondo l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), quasi 7 milioni di certificati sono stati per ora emessi in Svizzera per le persone vaccinate o testate, mentre quelli per le persone guarite dalla malattia sono 312'000. Come noto comunque, il documento può anche essere stampato e presentato in formato cartaceo.

Dal canto suo, l'applicazione SwissCovid, utilizzata per il contact tracing dopo focolai di infezioni, ha ottenuto una nota leggermente più alta di un anno fa riguardo alla fiducia della popolazione. La gente ha realizzato che è sicura, non ha problemi legati alla privacy e può anche essere utile, spiega, citato nella nota, Jean-Claude Frick, esperto digitale presso Comparis.

L'indagine rappresentativa è stata condotta dall'istituto di sondaggi e studi di mercato Innofact su un campione di 1022 persone di tutte le regioni della Svizzera. L'inchiesta è stata realizzata lo scorso mese di ottobre.

bt, ats