Spettacolo

Avril Lavigne: «Avevo accettato la morte»

CoverMedia

21.10.2018 - 13:12

Source: Covermedia

La cantante torna a parlare della sua battaglia contro la malattia di Lyme.

Durante la sua lunga ed estenuante battaglia contro la malattia di Lyme, Avril Lavigne aveva ormai accettato la morte.

Alla cantante canadese è stato diagnosticato il virus, un’infezione batterica che si diffonde nell’orgasmo attraverso delle zecche infette, nell’aprile del 2015.

Dopo tre anni vissuti al riparo dai riflettori, la popstar, 34, è tornata con un nuovo album, e, in un’intervista rilasciata a Billboard ha confidato che, nel periodo più buio della sua vita, «sapeva che la morte stesse per arrivare».

«Avevo accettato la morte - ha dichiarato la Lavigne -. Per un momento ho sentito come se fossi sott’acqua e stessi annegando, tentando di riemergere per respirare. E in silenzio dicevo: “Signore, aiutami a tenere la testa sopra l’acqua”».

Quel momento di estrema drammaticità, Avril, lo ha raccontato nel suo nuovo singolo, intitolato proprio Head Above Water.

I primi sintomi della malattia di Lyme sono comparsi nel 2014, mentre la star si trovava in tournée, quando nessuno dei medici riuscì a capire immediatamente di cosa si trattasse.

«”Sono stanca, affaticata, non riesco ad alzarmi dal letto. Cosa c*** mi sta succedendo?”», ha ricordato la cantante. «È un insetto, una spirocheta, si prendono degli antibiotici che iniziano a ucciderlo. Purtroppo è un insetto intelligente: si trasforma in una forma cistica, quindi vanno assunti altri antibiotici. Mi è stata diagnosticata talmente tante volte, che ormai pensavo di essere fot****».

«L’unico aspetto positivo è che la malattia mi ha dato il tempo di vivere il presente e mi ha ricordato che non sono una macchina: studio, tour, studio, tour. È la prima pausa dalla mia carriera da quando avevo 15 anni», ha raccontato Avril.

Tornare alla home page

CoverMedia