È nato il portale della Canzone Italiana

CoverMedia

6.2.2018 - 16:34

Source: Covermedia

200mila brani gratuiti via web, da Caruso a Bocelli, passando per il melodramma.

A poche ore dal Festival 2018 è stato inaugurato il portale della Canzone Italiana.

Realizzato dal Ministero dei beni culturali e turismo con l'Istituto centrale per i Beni Sonori e audiovisivi, e la collaborazione del colosso svedese Spotify, il contenitore virtuale vanta 200mila brani gratuiti via web che attraversano un secolo di musica italiana.

«Uno strumento enorme, unico al mondo», dichiara il ministro Dario Franceschini all’Ansa, presentando alla Stampa Estera il portale che vanta bel 100 playlist e 200mila brani, dal 1900 al 2000, inseriti in un unico catalogo.

Secondo il report dell’agenzia stampa, il portale è suddiviso in quattro macroaree: 1900-1950, 1950-2000, Tradizioni popolari e Contributi speciali e sarà aggiornato al ritmo di 5mila canzoni al mese.

«In questo modo, il portale diventa una sorta di archivio centrale dello Stato, che durerà nel tempo. Un lavoro enorme di conservazione e valorizzazione del nostro patrimonio, importante anche per la promozione dell'Italia nel mondo. Spesso - prosegue Franceschini - le canzone popolare, d'autore, è stata trattata come fosse di Serie B. Invece ha formato migliaia di giovani».

Tornare alla home page

CoverMedia