Giulia Molino, i sogni ci salvano la vita

ANSA

13.4.2020 - 19:50

Uscita da Amici, racconta la sua vittoria contro l'anoressia

ROMA, 13 APR – Non è riuscita a conquistare la finale di Amici (è arrivata terza, dietro alla collega Gaia e al ballerino Javier), ma la sua battaglia più importate l'ha vinta un paio di anni fa quando è uscita dall'anoressia. Giulia (Molino, anche se i cognomi vanno poco di moda nei talent) uscita dalla scuola di Maria De Filippi ha trovato la forza e la voglia di raccontarsi e di raccontare un periodo buio della sua vita, prima in un brano (Nietzsche, contenuto nell'album Va tutto bene, pubblicato da Isola degli Artisti/Artist First e dal 24 aprile in formato fisico), poi in diretta social su Instagram: quello tra i 15 e i 18 anni. Ora ne ha venti e guarda a testa alta il futuro che l'attende. «Mi ha salvato il canto, la mia passione. Ho trovato la forza di combattere l'anoressia quando ho cominciato a avere problemi alle corde vocali che stavano collassando – racconta ora, chiusa nella casa di Roma che sta dividendo con l'amico conosciuto nell'edizione più strana, per colpa del coronavirus, del talent di Canale 5, Francesco Bertoli -. Alcune mattine mi svegliavo afona e ho capito che stavo perdendo l'unico sogno per il quale continuavo a vivere». E' arrivata a pesare 40 kg («il mio peso forma è 63-64»), spinta a rifiutare il cibo per le prese in giro di chi la considerava sovrappeso. «Bulli, che traggono la loro forza nel denigrare gli altri. Il bullismo è una piaga che scatena disturbi psicologici (non solo alimentari) in chi la subisce. Ma i primi ad essere persone fragili sono proprio loro, i bulli».

Giulia ha voluto rendere pubblica la sua storia, «per essere vicino a chi sta soffrendo come ho sofferto io. Perché l'anoressia è sempre stata considerata un tabù. Chi ne soffre, da una parte chiede attenzione, dall'altra la rifiuta. L'unico consiglio che mi sento di dare è di dedicarsi a una passione, i sogni ci salvano la vita». (ANSA).

Tornare alla home page

ANSA