Intervista

Johnny Depp: «Hollywood mi sta boicottando»

Covermedia

16.8.2021 - 11:11

Johnny Depp

Il nuovo film dell’attore, «Minamata», non verrà distribuito negli Stati Uniti.

Covermedia

16.8.2021 - 11:11

Johnny Depp si sente boicottato dall’industria del cinema hollywoodiano. Il divo di «Donnie Brasco» non ha avuto vita facile da quando è stato accusato di violenza domestica dalla sua ex moglie, Amber Heard, nel 2016.

Oltre ad aver perso il ruolo nella saga «Animali fantastici», anche la ricezione del suo ultimo film, «Minamata», ha subito un duro colpo.

L’uscita negli USA della pellicola, diretta da Andrew Levitas, era prevista per febbraio, ma dopo la causa legale persa contro il Sun, che l’aveva denominato «picchiatore di mogli», la distribuzione è stata posticipata e non ha più una data fissa.

«Alcuni film toccano la gente e questo affligge quella di Minamata, e le persone che hanno vissuto esperienza simili», ha dichiarato Depp in uno statement, a commento delle scelte della MGM. «Ma Hollywood mi ha boicottato: un uomo, un attore in una situazione spiacevole e complicata, contro tutti gli anni passati. Ma sapete, sono quasi al punto in cui devo arrivare per fare luce su tutte le cose».

Depp è stato criticato di recente anche in relazione all’award Donostia, che riceverà prossimamente al Festival internazionale del cinema di San Sebastián, in Spagna. Secondo i critici il riconoscimento «trasmette un messaggio terribile al pubblico».

In sua difesa si è schierato il direttore del festival, José Luis Rebordinos, che ha fatto leva sull’innocenza di Depp di fronte alla mancata condanna per le accuse a lui intentate.

«(Depp, ndR) non è stato considerato colpevole da nessuna autorità né giurisdizione, né condannato per nessuna forma di violenza contro le donne», ha dichiarato Rebordinos in uno statement.

Depp è atteso presto anche in Repubblica Ceca per ricevere un premio al Karlovy Vary International Film Festival.

Covermedia