Spettacolo

Kate Winslet e il body shaming: «Non avevo più fiducia in me stessa»

Covermedia

28.2.2021 - 09:34

Kate Winslet
Kate Winslet

Oggi mamma di 3 bimbi, l’attrice premio Oscar è stata presa di mira per le sue forme burrose ai tempi di «Titanic».

Kate Winslet ricorda con dolore le feroci critiche che le sono state rivolte ai tempi di «Titanic», quando le sue forme burrose scatenarono i commenti degli hater, alimentando il body shaming.

«Se avesse perso anche solo un paio di chili, Leo sarebbe riuscito a restare sulla zattera», disse un tempo la comica statunitense Joan Rivers, come ricorda l’attrice sulle pagine del The Guardian riferendosi alla sua interpretazione nel film «Titanic» di James Cameron.

«Quelle continue osservazioni sul mio peso hanno danneggiato la fiducia in me stessa e hanno anche alterato la mia idea di bellezza. Mi sono sentita molto sola e ricordo di aver pensato che quello che stavo vivendo era orribile, e che volevo che passasse in fretta. Di sicuro è passato, ma credo mi abbia fatto capire che probabilmente all’epoca non ero pronta per la celebrità», continua Kate indirizzando ai giornalisti una pungente critica.

«Avevo 20 anni e la gente parlava solo del mio peso, mi chiedevano di commentare il mio fisico. Mi hanno appiccicato l’etichetta di donna schietta e coraggiosa, ma stavo solo difendendo me stessa.

Era quasi ridicolo quanto scioccanti, critici, quanto fossero crudeli i giornalisti scandalistici. Stavo ancora cercando di capire chi diavolo fossi! Commentavano la mia taglia, stimavano quanto pesassi, pubblicavano la presunta dieta che stavo seguendo».

Tornare alla home page

Covermedia