Levante: «La quarantena mi ha lasciato profondi insegnamenti»

CoverMedia

1.6.2020 - 13:09

Source: Covermedia

Durante la fase 1, lo slogan principale della lotta al coronavirus è diventato #andràtuttobene, titolo di una canzone della 32enne.

Levante ha concluso la sua quarantena soddisfatta di quello che ha imparato.

Durante l’emergenza sanitaria, la cantante siciliana è rimasta in casa da sola dedicandosi a molte attività che la sua agenda di solito non le concede.

«Ho impegnato il tempo al massimo. 60 giorni in cui non ho visto nessuno, 24 ore su 24 con me stessa. La pausa del sonno era un momento di distensione e distacco. Durante il giorno ho suonato, letto, scritto, dipinto, cucinato, cucito... Dando sfogo a tutte le passioni che mi era impossibile realizzare. Questa quarantena mi ha lasciato una grande solitudine, funzionale a gestire alcuni fantasmi venuti a galla», racconta Levante nella sua intervista a La Repubblica.

Oltre a musica, arte e scrittura, c’è stato il tempo anche per qualche lavoro di fai-da-te.

«Ho smontato una bici per la prima volta! E sui tutorial ho scoperto che il mondo del ciclismo è così affascinante... L’ho ridipinta, ho comprato una nuova catena, una sella, pedali, manopole... Quando mi fisso, mi fisso».

Durante la fase 1, lo slogan principale della lotta al coronavirus è diventato #andràtuttobene, titolo di una canzone della stessa Levante.

«Ho pensato che, nonostante l’avessi scritta un anno prima, si sposasse con il desiderio di rivoluzione che ci portiamo nel cuore - commenta la 33enne -. Ne sono stata felice e triste allo stesso tempo. Non avrei mai voluto niente di lontanamente simile».

Tornare alla home page

CoverMedia