Selma Blair: «progetti di morte» post-chemio

CoverMedia

18.10.2019 - 16:33

Vanity Fair Oscars Party - Arrivals Featuring: Selma Blair Where: Los Angeles, California, United States When: 25 Feb 2019 Credit: Sheri Determan/WENN.com
Source: Sheri Determan/WENN.com

L’attrice di «Anger Management» si prepara per gli effetti di una terapia molto aggressiva.

Prima di iniziare una dura chemioterapia per la sua sclerosi multipla, a Selma è stato consigliato di fare «progetti di morte».

L’attrice si è aperta sulla sua malattia con i fan lo scorso ottobre, e ieri ha partecipato alla conferenza TIME 100 Health Summit, dove ha parlato della nuova strategia medica.

«I modificatori della malattia non funzionavano su di me, e il mio declino stava andando molto più veloce di quando potessi accettare», ha dichiarato la star di «Cruel Intentions - Prima regola non innamorarsi». «Perché mai dovrei immettere questo orribile farmaco nel mio corpo – la chemio – se non ho il cancro? Diciamo che non avevo altre opzioni e ne cercavo un’altra».

La Blair ha così provato con una piccola dose di chemioterapia e il risultato è stato positivo, dunque ha cominciato con sedute regolari e particolarmente «aggressive». Al 100% consapevole degli effetti disastrosi nel caso in cui la cura non dovesse funzionare.

«Mi hanno avvertito: meglio fare progetti di morte», ha aggiunto. «Ho detto a mio figlio che lo sto facendo e vorrebbe cremarmi».

Il bimbo, Arthur, è nato 8 anni fa dalla relazione con il designer Jason Bleick.

Tornare alla home page

CoverMedia