Shia LaBeouf: nessun risarcimento per gli abusi inflitti a FKA Twigs

Covermedia

11.2.2021 - 16:31

Fka Twigs

Gli avvocati dell’attore hanno finalmente replicato alla denuncia sporta dalla cantante e ballerina.

Ci sono novità sulla battaglia legale dell’ex coppia composta da Shia LaBeouf e FKA Twigs.

Secondo gli avvocati dell’attore della saga «Transformers», alla cantautrice non spetterebbe nessun risarcimento per i presunti abusi ricevuti nel corso della relazione.

La cantante di «Two Weeks», all'anagrafe Tahliah Debrett Barnett, ha accusato pubblicamente l’attore lo scorso dicembre sporgendo denuncia per abusi, aggressione e danni psicologici.

Allora la star di «Disturbia», attualmente in rehab per risolvere problemi di dipendenza da alcol e stupefacenti, aveva replicato attraverso uno statement: «Non sono in grado di spiegare a nessuno come l'ha fatta sentire il mio comportamento... Non ho scuse per il mio alcolismo o aggressività, solo razionalizzazioni. Sono stato violento con me stesso e con tutte le persone intorno a me per anni. Ho ferito le persone a me più care. Mi vergogno di quella storia e mi dispiace per coloro che ho ferito. Non c'è nient'altro che posso dire, davvero».

Ora tuttavia, il 34enne accompagnato dal suo team legale ha fatto un passo indietro.

«(Il nostro cliente, ndr) Nega, in generale e in particolare, qualsiasi accusa intentata dalla Querelante», legge il documento ufficiale in corte. «(LaBeouf, ndr) Nega che la Querelante abbia sostenuto infortuni o perdite a causa di un’azione o di una mancata azione da parte di LaBeouf, e nega che alla Querelante sia dovuto un risarcimento per danni o qualsiasi altro tipo di risarcimento».

Fa parte del contrattacco dell’attore anche la richiesta, a carico dell’ex fidanzata, del pagamento di tutte le sue spese legali e relativi danni morali causati.

Tornare alla home page

Covermedia