Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco

Gasperini all'attacco, Zidane con Benzema e Guardiola sogna in grande 

bfi

16.3.2021

epa09034690 Atalanta's coach Gian Piero Gasperini (L) and Real Madrid's coach Zinedine Zidane during the UEFA Champions League soccer match, round of 16, first leg, Atalanta BC vs Real Madrid at Gewiss Stadium in Bergamo, Italy, 24 February 2021. EPA/PAOLO MAGNI
Gian Piero Gasperini (sinistra) e Zinedine Zidane si salutano in occasione del match dell'andata vinto dagli spagnoli di Zidane per 1-0 
KEYSTONE

Stasera - in diretta su Blue Sport - potrete assistere a due gare di ritorno degli ottavi di finale di Champions League: la bella Atalanta riuscirà a battere il Real? e il Gladbach compirà il 'miracolo di Budapest'?

bfi

16.3.2021

Real Madrid -Atalanta (1:0 all'andata)

L'Atalanta ha perso la gara giocata a Bergamo contro il grande Real. La sfida è terminata con il risultato di 0-1.

Nulla di meno scontato. I nerazzurri di Gasperini hanno dimostrato negli ultimi anni di saper battere chiunque, lo sa anche Zidane, che nella gara dell'andata ha approfittato dell'espulsione dello svizzero dell'Atalanta Freuler avvenuta già al 17esimo minuto del primo tempo. 

Stasera Gasperini punterà sul duetto d'attacco Zapata-Muriel e sulle ripartenze micidiali che l'anno scorso fecero tremare il PSG. L'assenza di Casemiro nelle fila del Real Madrid, squalificato, può dare una mano in tal senso visto che il brasiliano è il direttore d'orchestra del centrocampo della formazione di Zidane.

Zizou infatti, ha allenato il 3-5-2 per dare un po' più di solidità al centrocampo, potendosi affidare alla vena di Benzema in avanti, e all'esperienza di capitan Ramos, al rientro in difesa. 

Atalanta - Real Madrid 0:1

Atalanta - Real Madrid 0:1

Rimasta in dieci dopo la generosa espulsione di Remo Freuler al 17esimo minuto di gioco l'Atalanta è riuscita a tenere sotto controllo il Real Madrid fino all'86esimo, quando Mendy ha siglato la rete della vittoria.

24.02.2021

Gasperini: «Non snatureremo il nostro gioco»

«Abbiamo una grande chance e vogliamo giocarcela al massimo - ha detto Gasperini nell'intervista di ieri -. Sarà importante l'approccio, ma non snatureremo il nostro modo di giocare».

Secondo il tecnico dei lombardi la prima parte di gara sarà importante per capire come contenere il Real e come mettere in campo il gioco spumeggiante che contraddistingue la sua formazione. 

«Di fronte abbiamo un avversario di valore e abbiamo più opzioni per rimanere il più a lungo in partita», ha aggiunto il tecnico dell'Atalanta.

"Sarebbe presuntuoso pensare di battere il Real a tutti i costi, noi vogliamo fare una gran gara e spero questo sia sufficiente contro una squadra tra le più titolate del pianeta».

«Sappiamo che il Real può adottare varie soluzioni, ma abbiamo la preparazione per adattarci e comunque mettere in campo le nostre idee».

Zidane: «Con l'Atalanta non puoi mai essere tranquillo»

Molto probabilmente il Real Madrid non potrà contare nemmeno su Eden Hazard. Il belga non ha infatti preso parte all'allenamento di rifinitura di ieri. Fuori anche Casemiro, Zidane potrà invece contare sul rientro di Benzema e Ramos.

«Con l'Atalanta non puoi mai essere tranquillo" ha dichiarato il tecnico francese del Real.

«Sono arrabbiati per l'espulsione di Freuler dell'andata, direi giustamente, e forse daranno anche qualcosa di più del solito, attaccando bene come sempre», ha concluso il 48enne.

Pronostico della redazione: l'Atalanta riuscirà nell'impresa di estromettere il grande Real segnando il gol vincente nei supplementari. 

Manchester City - Mönchengladbach (2-0 all'andata)

La gara di andata è stata vinta dai favoriti di Manchester per 2-0 e Guardiola può sperare in una grande prestazione avendo a disposizione una squadra in ottima forma, dopo due convincenti vittorie in Premier League. Anche Nathan Ake e Raheem Sterling tornano a disposizione di Pep, che ha diverse opzioni a sua disposizione.

Il Mönchengladbach, che deve sperare in un'impresa davvero eccezionale al limite del lecito, potrà contare di nuovo su Ramy Bensebaini e Christoph Kramer entrambi tornati ad allenarsi.

Come la gara di andata, anche il ritorno si giocherà in campo neutro, alla Puskas Arena di Budapest. 

Mönchengladbach - Manchester City 0:2

Mönchengladbach - Manchester City 0:2

Sul campo neutro di Budapest il Manchester City si è imposto con fermezza per 2-0 contro il Mönchengladbach.

24.02.2021

Guardiola: «Abbiamo i migliori giocatori al mondo, perchè non credere al triplete?»

Il City ha giocato oltre 616 minuti senza concedere un gol in Champions League.

«Questo è molto importante. Quello che abbiamo fatto in passato è ottimo, ma ciò non significa che succederà anche domani», ha commentato Guardiola ieri.

«Ogni partita è diversa: cerchiamo di ridurre al minimo gli errori perchè sappiamo come possono punirci».

Guardiola sogna un'altra impresa leggendaria.

«Questo sono i due mesi più importanti della nostra carriera, soprattutto per giocatori come Sergio Agüero e Fernandinho, che sono qui da circa 10 anni: se lo meritano e noi ci proveremo. Come ha dimostrato il Bayern Monaco l'anno scorso vincendo tutto e come riuscì a me con il Barcellona nel 2008-2009, penso che tutto sia possibile. Abbiamo una squadra incredibile, i migliori giocatori del mondo. Perché non credere al triplete?»

Rose: «Abbiamo la possibilità di passare il turno, ma dobbiamo essere realisti»

Marco Rose, che a fine stagione abbandonerà il Gladbach per accasarsi a Dortmund, capisce che passare il turno sarebbe una cosa straordinaria, sensazionale.

«Guardiola li fa giocare un calcio quasi totale -, ha detto Rose in conferenza stampa - noi comunque non vogliamo dare l'impressione che si tratti di un'amichevole. È una partita di Champions League dove abbiamo la possibilità di raggiungere il prossimo turno, ma dobbiamo anche essere realisti».

«Vogliamo fare una buona prestazione e poi tornare a casa per concentrarci sui nostri compiti essenziali».

Naturalmente la partita con il City è un match importante per il Borussia Mönchengladbach, ci mancherebbe. «Ma se avessi detto che ho piena fiducia di andare lì e ribaltare la situazione, allora tutti avrebbero scosso la testa e avrebbero detto che Rose ha perso la sua», ha concluso il 44enne coach di Lipsia.