«Ibra è fortissimo, gli anni per lui non contano e non valgono»

bfi

9.9.2021

epa08854450 Former Brazilian soccer player Ronaldo Nazario, Spanish LaLiga club Real Valladolid's President and owner, addresses a press conference to talk about situation of the team, in Valladolid, northern Spain, 01 December 2020. Ronaldo said that he 'has no intention to sell the team'. EPA/NACHO GALLEGO
Ronaldo 'il fenomeno', oggi proprietario e presidente del club spagnolo Valladolid.
KEYSTONE

Ronaldo, l'originale, o il fenomeno che dir si voglia, in un'intervista concessa alla Gazzetta dello Sport parla di Serie A, Ibra e Mbappé. 

bfi

9.9.2021

Dopo una carriera fatta di tanti lampi, baciata dal talento cristallino e dalla sua fragilità, dopo un triste declino che ha segnato lui e tutti coloro che ne hanno apprezzato il connubio tra potenza, velocità e fantasia, oggi il 44enne Ronaldo Luis Nazario de Lima gestisce il Valladolid, club della Liga spagnolo di cui è presidente e azionista di maggioranza.

Incontrato dalla Gazzetta l'ex giocatore di Barcellona, Inter, Real Madrid e Milan si è espresso sul campionato di Serie A e su Mbappé, il giocatore che molti vedono avere diverse delle caratteristiche che resero immortale Ronaldo. 

La favorita Inter

Sul tema della favorita alla conquista dello scudetto il brasiliano è convinto che nonostante la partenza di Lukaku l'Inter rimanga la squadra da battere. «Ha preso Dzeko e ha concluso altri acquisti di peso, nel gruppo ci sono tanti giovani interessanti», ha riferito al foglio rosa.

Juve competitiva anche senza Ronaldo

Nonostante la partenza di Cristiano Ronaldo l'ex fenomeno è convinto che la Juventus rimanga una squadra altamente competitiva, anche perché ha riportato a Torino Moise Kean. 

Giroud e Ibra rendono pericoloso il Milan

Sull'altra milanese rimastagli nel cuore, Ronaldo è convinto che con Giroud e Ibrahimovic il Milan potrà fare molto bene.

«Ibra è fortissimo, gli anni per lui non contano e non valgono. È una roccia, ha un fisico da trentenne, non da quarantenne, garantirà i soliti risultati perché sa gestirsi come un super professionista». 

La Serie A migliore grazie a Mourinho 

La Serie A ha perso CR7 e Lukaku, due grossi nomi, ma ha riportato in Italia José Mourinho, un allenatore capace di migliorare non solo la Roma ma tutto il campionato. «Mourinho mi sembra il solito grande allenatore. È uno dei più importanti tecnici al mondo», ha detto Ronaldo alla Gazzetta. 

Le qualità pazzesche di Kylian Mbappé

Sulle molte similitudini tra lui (Ronaldo) e il francese Mbappé, il brasiliano si trova d'accordo. «Ha delle caratteristiche simili alle mie - ha concluso l'ex giocatore della nazionale verdeoro - ha qualità pazzesche, possiede una tecnica notevole e sa usarla ad alta velocità. Va via ai difensori, salta i portieri. Abilità nella corsa, come si dice. E nonostante sia giovanissimo, ha già percorso tanta strada. Mbappé mi piace, tifo per lui».