Al-Khelaifi e l'emiro sotto pressione Il presidente del PSG indagato per detenzione e corruzione

bfi

7.7.2023

Nasser Al-Khelaifi 
Nasser Al-Khelaifi 
KEYSTONE

Il presidente del PSG è nell'occhio del ciclone per corruzione e scene piccanti con una donna. Il qatariota si difende, mentre la polizia francese continua le indagini.

bfi

7.7.2023

Hai fretta? blue News riassume per te:

  • Il franco-algerino Tayeb Benabderrahmane afferma di essere stato arrestato in Qatar, nel 2020, e interrogato per 6 mesi per possesso di documenti compromettenti.
  • Coinvolti nella faccenda ci sarebbero il presidente del PSG, Nasser Al-Khelaifi e l'emiro del Qatar.
  • Il 42enne franco-algerino è ora indagato per ricatto e diffamazione.

Il PSG ha presentato mercoledì Luis Enrique come nuovo allenatore del club della capitale francese, dopo la partenza di Christophe Galtier.

 Luis Enrique (sinistra) e il presidente del PSG Nasser Al-Khelaifi durante la presentazione del coach spagnolo
 Luis Enrique (sinistra) e il presidente del PSG Nasser Al-Khelaifi durante la presentazione del coach spagnolo
KEYSTONE

Secondo quanto riportato dai quotidiani francesi, il presidente del club parigino, il qatariota Nasser Al-Khelaifi, si è presentato un po' in ritardo alla presentazione del nuovo manager, poiché la sua casa è stata perquisita nell'ambito di un'indagine a seguito delle dichiarazioni di un uomo franco-algerino di 42 anni.

Le accuse da parte di un algerino

Tayeb Benabderrahmane, questo il nome dell'uomo, ha affermato di essere stato detenuto e torturato in Qatar nel gennaio 2020.

L'algerino, che si era trasferito in Qatar per lavoro, ha riferito di essere stato trattenuto contro la sua volontà per circa sei mesi. Interrogato dalla polizia locale, il 42enne ha divulgato documenti che potrebbero rivelarsi incriminanti contro Al-Khelaifi.

Secondo i rapporti, dopo sei mesi di detenzione Benabderrahmane è stato messo agli arresti domiciliari, dopo di che gli è stato permesso di lasciare il Paese a novembre del 2020. Permesso concesso dopo aver firmato un accordo di non divulgazione dell'accaduto.

La DGSI, l'agenzia di sicurezza francese, riferisce che Benabderrahmane aveva immagini compromettenti di Al-Khelaifi con una donna. L'agenzia ha anche aggiunto che le conversazioni tra l'ex segretario generale della FIFA Al-Khelaifi e l'emiro del Qatar, Tamim bin Hamad Al-Thani, registrate nel vecchio telefono di Benabderrahmane, potrebbero far luce su come il Qatar si sia assicurato il diritto di ospitare la prima Coppa del Mondo FIFA  nel 2022.

Nel rapporto, vi sarebbero informazioni anche riguardanti l'assegnazione dei diritti televisivi della Coppa del Mondo - che è stata oggetto di intense speculazioni di corruzione.

L'algerino è ora indagato per aver ricattato il presidente del PSG. Gli avvocati di Al-Khelaifi, già ad aprile, hanno intentato una causa per diffamazione contro Benabderrahmane.