Il valzer degli allenatori sulle panchine italiane

bfi

28.5.2021

Lazio coach Simone Inzaghi sits on the bench prior to an Italian Serie A soccer match between Lazio and Bologna, at the Olympic stadium in Rome, Monday, May 20, 2019. (AP Photo/Andrew Medichini)
Dopo 5 anni sulla panchina della Lazio Simone Inzaghi si trasferirà a Milano.
Keystone

Grande  movimento sulle panchine più importanti della Serie A. Cambiano Inter, Juventus, Napoli e Lazio. Colpi di scena, ritorni, dimissioni dell'ultima ora e nodi ancora da sciogliere.

bfi

28.5.2021

Inter: via Conte dentro Inzaghi

Dopo il mancato accordo tra Conte e la dirigenza nerazzurra, con le dimissioni dell'allenatore che ha riportato l'Inter davanti a tutti dopo tanti anni di attesa, la società di Milano non ha certo perso tempo per trovare un sostituto. 

Sfumata la pista principale che portava a Massimiliano Allegri - sul quale torneremo più avanti - la scelta è caduta su Simone Inzaghi.

Inzaghi, che era ad un passo dal rinnovo con la Lazio è stato contattato mercoledì dalla dirigenza nerazzurra: l'offerta dell'Inter non poteva essere rifiutata e così, dopo 16 anni alla Lazio - giocatore e allenatore - Simone Inzaghi ha detto addio a Roma per trasferirsi a Milano. 

«Rispettiamo il ripensamento di un allenatore e, prima, di un giocatore che per lunghi anni ha legato il suo nome alla famiglia della Lazio e ai tanti successi biancocelesti», queste le parole ufficiali della Lazio sul cambio di direzione repentino di Simone Inzaghi. 

Juve: titoli di cosa per Pirlo, Allegri sulla soglia

A Torino, sponda Juventus è successo che dopo stagioni senza di lui, la dirigenza bianconera ha richiamato Massimiliano Allegri. Per lui un contratto da 9 milioni di euro l'anno fino al 2025.

Esonerato quindi Andrea Pirlo dopo una sola stagione, chiusa con due trofei e la qualificazione alla prossima Champions League agguantata in extremis. 

Allegri che ha infine ceduto alle lusinghe della sua Vecchia Signora, dopo essere stato corteggiato da Inter e Real Madrid. 

Napoli: Spalletti ad un passo dal 'Sì'

A meno di sorprese dell'ultima ora sarà Luciano Spalletti il nuovo allenatore del Napoli, colui che dovrà raccogliere l'eredità di Rino Gattuso, silurato all'ultima giornata di campionato, dopo aver lasciato sul campo la qualificazione alla Champions League a favore della Juventus.

Per Spalletti dovrebbe essere pronto un biennale da 3,2 milioni di euro a stagione.

Il presidente De Laurentiis, che sta gestendo personalmente la questione, deve ancora trovare un accordo con i componenti dello staff di Spalletti.