«Potrebbe capitare anche a te tra qualche anno»

bfi

9.10.2020

Mohamed Salah
Getty 

L'attaccante egiziano del Liverpool si è reso protagonista di un gesto carico di umanità nei confronti di uno sconosciuto senzatetto.

«Mo è un vero eroe ai miei occhi e voglio ringraziarlo», ha detto David Craig al tabloid britannico 'The Sun'.

Il cinquantenne senzatetto che vive nella città dei Beatles si è rivolto al tabloid per far arrivare i suoi ringraziamenti all'attaccante del Liverpool oltre a far conoscere l'episodio di quando accaduto alcuni giorni fa in una stazione di servizio vicino allo stadio di calcio di Anfield Road.

Era sera, quando un gruppo di giovani aveva molestato Craig.

«Hanno usato parolacce, mi hanno chiesto perché chiedevo l'elemosina e mi hanno detto di trovarmi un lavoro», ha raccontato l'inglese, che da sei anni è alla ricerca di un lavoro.

«Potrebbe capitare anche a te tra qualche anno».

Mohamed Salah, fermo alla stazione di servizio per fare il pieno, accortosi della scena si è allora rivolto ai giovani: «Potrebbe capitare anche a te tra qualche anno».

Le parole dell'attaccante del Liverpool - probabilmente riconosciuto dai giovani - sono bastate per far desistere i maleducati che hanno subito lasciato la stazione di servizio.

L'egiziano non si è fermato all'aiuto verbale. Si è diretto verso il bancomat, ha prelevato 100 sterline e le ha porte al senzatetto. 

«Mi ha dato 100 sterline», ha infatti confermato Craig e le immagini della telecamera della stazione di servizio.

«Mo è stato meraviglioso come lo è in campo per il Liverpool», ha aggiunto il 50enne britannico.

Poco prima, il Liverpool aveva battuto 3-1 l'Arsenal nella terza giornata di Premier League.

Salah il buono 

Non è la prima volta che Mohamed Salah viene celebrato anche fuori dal campo. Due anni fa l'attaccante egiziano aveva infatti finanziato la costruzione di un centro medico e di una scuola femminile nel suo paese d'origine, l'Egitto. A settembre di quest'anno ha voluto festeggiare il completamento delle strutture mandando pure un messaggio di speranza  e affetto al suo collega e connazionale Momen Zakaria, centrocampista di 32 anni affetto da sclerosi amiotrofica laterale.

Tornare alla home pageTorna agli sport