«Un leader che possa durare nel tempo»

Chris McSorley è arrivato: «A Lugano c'è tutto per fare bene»

Swisstxt

6.5.2021 - 10:07

McSorley succede a Pelletier.
Keystone

Chris McSorley prende il posto di Serge Pelletier sulla panchina del Lugano, squadra con la quale ha firmato un contratto di tre anni.

Swisstxt

6.5.2021 - 10:07

Il successore del canadese Serge Pelletier sulla panchina del Lugano sarà il suo compatriota Chris McSorley. «È un leader, porta molta energia», ha detto la presidente Vicky Mantegazza.

L'ex allenatore e general manager del Ginevra, con il quale ora ha un contenzioso finanziario, ha firmato un contratto di tre stagioni.

Presente nel club ginevrino per quasi 20 anni, il 59enne lo ha portato dalla Swiss League a due finali di National League - perse entrambe nel 2008 e 2010 - e alla conquista di due Coppe Spengler.

In precedenza aveva diretto i London Knights, la Nazionale della Gran Bretagna e diverse squadre di leghe minori nordamericane.

«L'HC Lugano è un'organizzazione ambiziosa»

«L'HC Lugano è un'organizzazione ambiziosa, che non fa compromessi», ha detto il nuovo coach del Lugano Chris McSorley in conferenza stampa a Villa Sassa.

«Sapevo arrivando qui che questa è una società che dà al coach tutte le risorse, dentro e fuori dal ghiaccio, per avere successo - ha chiosato il 59enne - fin dalle prime discussioni avute con Hnat Domenichelli e Marco Werder ho sentito che il Lugano è totalmente allineato su quello che voglio».

«La mia passione è il coaching e per la prima volta potrò dare il cento per cento dei miei sforzi e delle mie emozioni per questo», ha infine precisato l'ontariano.

«Un leader che possa durare nel tempo»

«Il contratto con Chris McSorley è di 3 anni a dimostrazione del fatto che vogliamo costruire con lui qualcosa e avere nello spogliatoio e in panchina un leader che possa durare nel tempo», ha dichiarato la presidente Vicky Mantegazza.

«Chris porta tanta energia, emozioni, ma anche una grande preparazione sul campionato svizzero, ha molta cura dei dettagli ed è esigente con i giocatori», ha spiegato la 55enne che è alla testa del club bianconero dalla stagione 2011-2012.

La numero 1 del club ticinese ha precisato, a scanso di equivoci, che «il Lugano ha una struttura ben delineata, con un CEO, un General Manager e con un head coach, che sarà McSorley».

Swisstxt