«Il quadro neurologico resta invariato nella sua gravità»

bfi

24.6.2020

Il 53enne Alex Zanardi
Getty

Rimangono stabili ma gravi le condizioni dello sfortunato Alex Zanardi, vittima di un incidente stradale venerdì scorso. 

Quarta notte di degenza in terapia intensiva per lo sfortunato Alex Zanardi. Secondo le ultime notizie rilasciate dai medici dell'ospedale universitario di Siena, le condizioni del campione para-olimpico rimangono stabili.

«Il quadro neurologico resta invariato nella sua gravità. Il paziente rimane sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Eventuali riduzioni della sedo-analgesia, per la valutazione dello stato neurologico, verranno prese in considerazione a partire dalla prossima settimana».

La prognosi rimane riservata, e non solo l'Itali, ma gran parte del mondo sta facendo il tifo per lo sfortunatissimo ex pilota di Formula 1, che una volta ancora si trova a lottare contro il destino beffardo. 

Ieri, ai microfoni di Rete 3, il portavoce dell'ospedale di Siena si era comunque detto fiducioso, anche se «il percorso non sarà breve, avremo bisogno di tempo per valutare Zanardi nelle prossime settimane». 

L'incidente

Venerdì scorso il campione paralimpico bolognese ed ex pilota di Formula 1 è stato coinvolto in un incidente stradale con un mezzo pesante, che veniva in direzione opposta nei pressi di Siena. Trasportato con l'elicottero al policlinico universitario senese, Zanardi è stato operato alla testa e ricoverato nel reparto di terapia intensiva.

Cautela e speranza

«Buoni i parametri cardiovascolari, respiratori e metabolici, ma serve cautela, il cambiamento potrebbe essere repentino», sono state le parole del medico che ha operato il 53enne.

Un risveglio dal coma farmacologico potrebbe avvenire nei prossimi giorni in quanto secondo i medici al cervello serve tempo e riposo.

Al servizio degli altri

Oltre a diverse operazioni benefiche delle quali si è reso protagonista nel corso degli anni, Zanardi non ha mai smesso di competere a livello sportivo: dopo le automobili con il triciclo. Con la forza delle braccia e grazie ad una volontà d'acciaio, il bolognese ha vinto quattro ori olimpici oltre ad aver trionfato in 12 gare del circuito mondiale di paraciclismo su strada.

Ricordiamo che Zanardi stava partecipando alla staffetta Obiettivo Tricolore, da lui voluta per infondere coraggio e speranza nella popolazione italiana fortemente colpita dalla Covid-19. 

La Staffetta Tricolore continua

Enrico Fabianelli, ciclista paralimpico che il 19 giugno pedalava con Alex Zanardi ha fatto sapere che la staffetta continua.

«Obiettivo Tricolore sta andando avanti per dare un segnale di forza ad Alex Zanardi, che tiene tantissimo a questa staffetta».

Inoltre, per evitare polemiche, il compagno di Zanardi ha ricordato che «La staffetta Obiettivo Tricolore non e' una corsa e per questo non necessitava di autorizzazioni. La strada non andava chiusa e io non ho fatto trapelare nessun dubbio sull'organizzazione».  

Forza campione, il mondo attende il tuo bel sorriso. 

Tornare alla home pageTorna agli sport