NBA

Pugno in faccia, avversario sanguinante: espulso Lebron James

fon

22.11.2021

Lebron James colpisce violentemente un avversario

Lebron James colpisce violentemente un avversario

22.11.2021

La superstar dell'NBA LeBron James è stato espulso durante la partita, vinta dai suoi Lakers sui Detroit Pistons, a causa di un colpo proibito.

fon

22.11.2021

La notte scorsa durante la partita fra i Los Angeles Lakers e i Detroit Pistons, Lebron James ha colpito con un pugno in piena faccia un avversario. Con il volto insanguinato Isaiah Stewart ha cercato di farsi giustizia da solo, ed ha dovuto essere trattenuto da diversi giocatori, generando una situazione a dir poco esplosiva.

Di conseguenza, il 36enne dei Lakers è stato espulso, raggiunto pochi istanti dopo dalla sua stessa vittima Stewart, inviata pure lei negli spogliatoi a causa della reazione esagerata.

Per Lebron James si tratta della seconda espulsione in carriera. La prima volta che era stato mandato negli spogliatoi prima del termine della gara era nel novembre 2017, dopo aver protestato con troppo vigore in seguito ad una decisione arbitrale.

Nonostante la mancanza di James, ieri notte i Lakers sono riusciti ad imporsi sui Pistons col punteggio di 121-116, facendo registrare la nona vittoria nelle ultime 18 partite. Dopo un quarto di stagione i californiani sono in difficoltà, attesi ai vertici al momento attuale non sarebbero direttamente qualificati ai Playoff.

In cima alla classifica della Western Conference ci sono i Golden State Warriors, che hanno vinto la loro ultima partita in casa contro i Toronto Raptors 119-104.

La Eastern Conference è invece capitanata dai Chicago Bulls, assieme ai Brooklyn Nets, i quali contano dodici vittorie e cinque sconfitte dopo aver battuto i New York Knicks 109-103.