Un solo Slam in tutta la stagione?

Djokovic e gli Australian Open: «Il tempo sta per scadere»

fon

3.1.2022

Non si sa ancora se Nole parteciperà agli Australian Open al via a metà gennaio.
Non si sa ancora se Nole parteciperà agli Australian Open al via a metà gennaio.
Keystone

Il condizionale rimane d'obbligo, ma nel 2022 Novak Djokovic non solo potrebbe dover saltare l'Happy Slam ma addirittura tre tornei del Grande Slam su quattro.

fon

3.1.2022

La partecipazione di Novak Djokovic agli imminenti Australian Open rimane in forte dubbio. Il torneo inizierà il prossimo 17 gennaio, e lo stato vaccinale del numero uno al mondo non è ancora chiaro. Gli organizzatori dell'evento e le autorità australiane hanno sottolineato quanto il vaccino sia obbligatorio per tutte le persone che entrano nel territorio dell'isola più grande dell'Oceania. Dunque se Novak Djokovic non è vaccinato, non sarà in grado di difendere il titolo conquistato nella terra dei canguri 12 mesi or sono.

In seguito al forfait annunciato per l'ATP Cup iniziata il 31 dicembre a Melbourne, i punti interrogativi sulla partecipazione di Nole al primo torneo stagionale del Grande Slam si sono moltiplicati. Lo stesso CEO di Tennis Australia, Craig Tiley, in un'intervista rilasciata a «Nine Network» nel corso del weekend appena concluso ha lasciato intendere di non sapere se il tennista serbo presenzierà all'appuntamento.

«Abbiamo ancora alcuni voli charter in arrivo fino alla fine di questa settimana e poi tutti i giocatori saranno qui - ha commentato Tiley - per quanto riguarda lo status di Novak, penso che avremo un quadro molto più chiaro nei prossimi giorni, altrimenti per lui sarà troppo tardi».

L'ex agente di Djokovic, Riccardo Piatti, disegna un 2022 molto particolare.
L'ex agente di Djokovic, Riccardo Piatti, disegna un 2022 molto particolare.
Getty

Una stagione con la presenza ad un solo Grande Slam?

Anche l'intervista concessa negli scorsi giorni da Riccardo Piatti a Supertennis sta facendo molto discutere. Lo storico allenatore italiano, ora nel team del giovane talento Jannik Sinner ed ex agente di Novak Djokovic, ha parlato senza mezzi termini della possibilità di vedere un'intera stagione senza, o quasi, il miglior tennista del circuito.

«Djokovic rappresenta una sorta di variabile impazzita per questo 2022 - ha raccontato Piatti - la sua presenza o meno può cambiare radicalmente le sorti di ogni torneo».

«Parliamoci chiaramente, senza vaccino può giocare solo in Europa e, visto che anche in Inghilterra è richiesto, Nole può partecipare ad un solo Slam, ovvero il Roland Garros», ha in seguito specificato l'allenatore 63enne.

Al momento attuale rimane impossibile prevedere la partecipazione di Novak Djokovic agli Australian Open, e di conseguenza a tutti gli altri appuntamenti seguenti. Da una parte gli organizzatori continuano a ripetere di non voler e poter ammettere eccezioni per l'iscrizione di giocatori non vaccinati, e dall'altra il tennista stesso non ha ancora rivelato pubblicamente il suo stato vaccinale.

L'unica sicurezza è che molto presto si conosceranno i dettagli, e se effettivamente Djokovic non dovesse essere vaccinato, nel mondo del tennis scoppierebbe una bomba mediatica, e non solo, di proporzioni epiche. Nel 2022 il numero 1 potrebbe dover saltare moltissimi tornei...