«La nostra grande sfida è di non perdere tifosi quando i Big Four smetteranno di giocare»

24.11.2020

LONDON, ENGLAND - NOVEMBER 17: Dominic Thiem of Austria hits a forehand against Rafael Nadal of Spain during Day 3 of the Nitto ATP World Tour Finals at The O2 Arena on November 17, 2020 in London, England. (Photo by TPN/Getty Images)
Dominic Thiem, numero 3 al mondo
Getty Images

Sconfitto a Londra da Medvedev l'austriaco Dominic Thiem ha parlato delle preoccupazioni del dopo Federer, Nadal, Djokovic e Murray. 

Dopo la sua sconfitta alle finali dell'ATP Tour di Londra, Dominic Thiem ha parlato del futuro del tennis. In particolare l'austriaco si è detto preoccupato per il numero di tifosi che potrebbero perdere interesse per il tennis il giorno che i Big Three o Big Four si ritireranno.

E' innegabile che Roger Federer, Rafael Nadal, Novak Djokovic e anche Andy Murray sono stati notevoli nel fornire prestazioni squisite insieme a una sana competizione tra di loro per quasi due decenni.

Questa è stata la chiave per tenere gli appassionati di tennis incollati a questo sport. La preoccupazione principale è che il numero di appassionati possa diminuire il giorno che Roger, Rafa e Novak appenderanno le loro racchette al chiodo.

«È molto importante ribadire come Roger, Rafa, Nole e anche Andy, hanno fatto molto per questo sport», ha dichiarato Thiem ai margini della finale persa.

«Sono convinto che loro abbiano portato tantissime persone a seguire il tennis, creando tanti nuovi appassionati del nostro sport. E come ho detto, ci sarà un momento in cui non ci saranno più, e allora sarà importante mantenere costante il numero di appassionati che oggi seguono il tennis». 

Thiem guarda comunque avanti con ottimismo, pronto a fornire un rimedio alla preoccupazione legata al possibile calo di popolarità del suo sport. L'austriaco è convinto che per mantenere alta l'attrazione del tennis i più bravi tra loro dovranno calarsi nei panni dei grandi di oggi.

«Penso che questa sia la nostra sfida. Dobbiamo essere ancora più bravi, giocare bene, giocare alla grande nei grandi tornei per diventare noi stessi delle grandi star. Questo è di vitale importanza per il tennis in generale. Dobbiamo permettere a coloro che si sono affezionati al tennis di poter continuare la storia iniziata dai quattro grandi mattatori degli ultimi due decenni». 

Un compito certo non semplice portare avanti l'eredità di Federer, Nadal, Djokovic e Murray che insieme hanno totalizzato 60 trofei del Grand Slam. 

Quindi, oltre allo stesso Thiem - oggi numero 3 del ranking ATP - , altri suoi giovani colleghi  dovranno condividere la stessa visione e cercare insieme l'eccellenza, per mantenere il passo e la qualità espressa di Big Four negli ultimi anni.

L'attuale giovane generazione di stelle del tennis ha sì talento, e ha già impressionato gli appassionati di tennis, ma se riuscirà ad essere costante e brillante per un decennio almeno è una storia ancora da scrivere.

Tornare alla home pageTorna agli sport