Agenzie viaggio: buon 2018, ombre su 2019

ATS

11.9.2019 - 12:05

L'anno corrente potrebbe non essere facile per le agenzie di viaggio.
Source: KEYSTONE/EPA EFE/MANUEL BRUQUE

Il 2018 è stato un anno di crescita per le agenzie di viaggio elvetiche: la ripresa abbozzata l'anno precedente si è confermata, ma nel 2019 gli affari sono tornata a farsi più incerti.

Intanto il tema del clima sembra avere scarso impatto sulle prenotazioni, a differenza di quello dell'overtourism, il troppo turismo. Il fatturato medio per agenzia l'anno scorso si è attestato a 2,98 milioni di franchi, il 3,4% in più dell'anno precedente, hanno indicato oggi in una conferenza stampa a Zurigo i responsabili della Federazione Svizzera di Viaggi (FSV), l'associazione del settore. I ricavi per dipendente sono saliti da 0,91 a 0,96, confermando il trend dell'anno prima.

Stando ai vertici dell'associazione l'andamento degli affari nell'ultimo anno può essere definito soddisfacente. Le prospettive a breve termine si sono invece offuscate: è attesa una contrazione del numero di dossier nonché – di conseguenza – dei proventi e dei margini, complice anche la forte concorrenza che vige nel ramo.

Tornare alla home page

ATS