Borsa svizzera: apre in ribasso

ats

20.12.2021 - 09:04

È partita una nuova settimana sui mercati finanziari europei.
Keystone

Alle 09.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 12'552,55 punti, in flessione dell'1,28% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI perdeva l'1,23% a 15'985,26 punti.

ats

20.12.2021 - 09:04

Il mercato è influenzato dal cattivo andamento delle borse asiatiche, Tokyo in primis (Nikkei -2,13% a 27'937,81 punti). Anche Wall Street ha arretrato alla fine della settimana scorsa (Dow Jones -1,48% a 35'366,56 punti, Nasdaq -0,07% a 15'169,68 punti).

A preoccupare gli investitoti è il propagarsi delle variante Omicron del coronavirus. Stando agli esperti le restrizioni decise in numerosi paesi ostacolano l'attività economica e pongono una pesante ipoteca sulla ripresa dell'anno prossimo. Si guarda anche alle mosse delle banche centrali: oggi la Cina ha tagliato uno dei suoi tassi di riferimento, aumentando la liquidità.

In una giornata povera di indicatoti macroeconomici e con le festività alle porte i volumi di scambi sono inoltre attesi in calo, cosa che potrebbe favorire la volatilità

In Svizzera tutti i titoli principali si presentano in rosso, ad eccezione di Logitech (+0,16%). Fra i valori più in difficoltà vanno segnalati Richemont (-2,78%) e UBS (-1,98%). Fra i due estremi si muove Novartis (-1,24%), che ha resto noto risultati clinici negativi riguardo al suo preparato ligelizumab nell'indicazione contro l'orticaria cronica spontanea.

ats