Mercati azionari

Borsa svizzera: apre in ribasso

ats

2.12.2021 - 09:05

L'inizio di giornata non è molto promettente.
L'inizio di giornata non è molto promettente.
Keystone

Alle 09.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 12'207,60 punti, in flessione dello 0,48% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,59% a 15'578,71 punti.

ats

2.12.2021 - 09:05

Il mercato guarda a Wall Street (Dow Jones -1,34% a 34'022,04 punti, Nasdaq -1,83% a 15'254,05 punti), che ha chiuso in netto calo sulla scia del primo caso confermato di variante Omricon del coronavirus su una persona vaccinata in California. Tendenzialmente deboli si sono mostrate anche le piazze asiatiche, a cominciare da Tokyo (Nikkei -0,65% a 27'753,37 punti).

Gli investitori attendono sempre indicazioni chiare sull'impatto che la nuova variante Covid potrà avere sulla pandemia e quindi sull'economia globale. Sul fronte congiunturale il cosiddetto Beige Book pubblicato ieri sera dalla Federal Reserve non ha riservato novità eclatanti. Rimangono così da determinare le prossime mosse della banca centrale, anche in relazione all'aumento dell'inflazione.

In Svizzera i riflettori sono puntati su Novartis (+0,44%), che oggi tiene la giornata degli investitori. Sempre rimanendo fra i principali titoli in difficoltà sono Richemont (-2,30%), nonché i bancari UBS (-1,39%) e Credit Suisse (-1,25%). Nel mercato allargato va segnalato il balzo di Vifor Pharma (+15% nelle contrattazioni pre-apertura) sulla scia di un articolo di stampa che la vede nel mirino della società farmaceutica australiana CSL.

ats