La Borsa svizzera chiude in rialzo

ATS

5.10.2020 - 17:54

L'inizio di settimana ha convinto su più fronti.
Source: KEYSTONE/ENNIO LEANZA

La borsa svizzera avvia la nuova settimana con una seduta interamente positiva. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 10'303,06 punti, in progressione dello 0,49% rispetto a venerdì, mentre il listino globale SPI ha guadagnato lo 0,46% a 12'864,17 punti.

Il mercato è subito partito bene, sulla scia delle notizie che danno in miglioramento le condizioni di salute del presidente americano Donald Trump, un tema fonte di potenziali incertezze. I corsi sono stati poi sostenuti dalla prospettiva di un'intesa negli Usa per un programma di aiuto anti-coronavirus, un intervento che, stando agli osservatori, potrebbe dare una spinta all'intera economia planetaria.

Per quanto riguarda i singoli titoli, ispirati si sono mostrati i bancari UBS (+1,93% a 10,57 franchi) e Credit Suisse (+2,35% a 9,48 franchi). Nello stesso comparto finanziario gli assicurativi Swiss Re (+1,65% a 70,04 franchi) e Swiss Life (+2,21% a 356,50 franchi) si sono fatti preferire a Zurich (+0,58% a 326,80 franchi).

Non univoci si sono rivelati i valori particolarmente sensibili alla congiuntura come ABB (+1,31% a 23,94 franchi), Geberit (+0,26% a 546,20 franchi), LafargeHolcim (+0,89% a 42,11 franchi) e Sika (-0,61% a 229,30 franchi). Nel segmento del lusso Swatch (+1,27% a 216,00 franchi) ha mostrato meno dinamismo di Richemont (+2,74% a 62,22 franchi).

Hanno cercato di trainare il listino Roche (+0,28% a 318,80 franchi) e Novartis (+0,39% a 80,70 franchi), mentre si è defilato il terzo peso massimo difensivo, Nestlé (-0,49% a 109,80 franchi).

Nel mercato allargato va segnalato il balzo di Dufry (+19,46% a 33,46 franchi) dopo l'annuncio di un'ampia collaborazione con il colosso cinese Alibaba.

Tornare alla home page

ATS