Mercati azionari

La Borsa svizzera chiude in rialzo

hm, ats

22.3.2021 - 17:51

La settimana è partita bene.
Keystone

La borsa svizzera chiude in rialzo una seduta inizialmente avviata sotto tono. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 11'048,58 punti, su dello 0,74% rispetto a venerdì, mentre il listino allargato SPI ha guadagnato lo 0,70%, salendo a 13'959,58 punti.

hm, ats

22.3.2021 - 17:51

Partito in modo titubante, il mercato ha saputo girare in positivo, anche sulla scia della buona apertura di Wall Street. La fiducia del mercato nelle capacità della Federal Reserve di far fronte alla spirale inflazionistica appare intatta, mentre in secondo piano passano fattori di incertezza come le turbolenze della lira turca e la crescita delle infezioni di coronavirus in Europa. L'SMI è così riuscito a riconquistare quota 11'000 punti, per la prima volta dal gennaio scorso.

Per quanto riguarda i singoli titoli ha trainato il listino Roche (+2,14% a 314,80 franchi), grazie anche a notizie positive relative a studi clinici sul suo preparato Tecentriq. Poco mossi sono apparsi gli altri due pesi massimi difensivi, Novartis (+0,14% a 80,00 franchi) e Nestlé (-0,02% a 102,78 franchi).

La giornata è stata negativa per i bancari Credit Suisse (-0,37% a 12,13 franchi) – sempre alle prese con le conseguenze del caso Greensill – e UBS (-0,20% a 14,82 franchi), mentre quasi ai blocchi di partenza hanno chiuso gli assicurativi Swiss Re (-0,11% a 91,36 franchi), Zurich (+0,03% a 395,00 franchi) e Swiss Life (+0,09% a 453,20 franchi).

Non perfettamente unitari hanno terminato i valori maggiormente dipendenti dai cicli economici come Geberit (+0,76% a 580,60 franchi), Sika (-0,04% a 261,80 franchi), ABB (+0,38% a 29,31 franchi) e LafargeHolcim (-0,23% a 52,74 franchi). Nel segmento del lusso Richemont (+3,00% a 92,00 franchi) ha approfittato di voci su acquisizioni e di una raccomandazione di Bernstein, facendosi quindi preferire a Swatch (-0,04% a 276,40 franchi).

Nel mercato allargato va segnalato il passo indietro di Wisekey (-6,04% a 1,95 franchi), che ha sofferto per i realizzi di guadagno dopo che venerdì era avanzata del 46%. La prospettiva di un mantenimento delle restrizioni di viaggio in tempi di pandemia ha messo in difficoltà Dufry (-4,85% a 64,80 franchi) e Flughafen Zürich (-3,16% a 153,10 franchi).

hm, ats