Mercati azionari

La Borsa svizzera chiude piatta: SMI con variazione percentuale nulla

hm, ats

2.9.2021 - 17:46

Il mercato oggi si è mosso poco.
Il mercato oggi si è mosso poco.
Keystone

La borsa svizzera chiude piatta una seduta caratterizzata da una certa letargia. L'indice dei valori guida SMI ha terminato a 12'432,46 punti, perdendo 0,33 punti rispetto a ieri, ciò che equivale a una variazione percentuale nulla (0,00%).

hm, ats

2.9.2021 - 17:46

Il listino allargato SPI ha guadagnato lo 0,09%, salendo a 16'008,58 punti.

La giornata si è rivelata chiaramente di attesa, in vista dell'appuntamento di domani con il periodico rapporto sul mercato del lavoro statunitense. Il documento figura fra gli elementi che la Federal Reserve valuta nel determinare la sua politica monetaria. Nel frattempo oggi è stato reso noto il numero delle richieste settimanali di disoccupazione, che sono diminuite.

Come sempre i segnali economici congiunturali non sono di facile interpretazione per gli investitori. «Buoni dati alimentano la fiducia nel prosieguo della ripresa, ma nel contempo aumentano anche i timori riguardo alla fine degli interventi di sostegno congiunturale praticati dalle banche centrali», spiega un analista.

Sul fronte interno si è mossa bene la gran parte dei titoli più ciclici come ABB (+1,06% a 34,36 franchi), Sika (+1,43% a 333,60 franchi) e Geberit (+0,55% a 771,00 franchi), mentre si è smarcata Holcim (-0,31% a 52,24 franchi). Nel segmento del lusso Richemont (+0,77% a 104,10 franchi), già protagonista ieri, è stata preferita a Swatch (+0,50% a 263,30 franchi).

Hanno invece marciato sul posto i bancari UBS (+0,07% a 15,37 franchi) e Credit Suisse (-0,04% a 9,74 franchi). Tutti con il segno meno hanno chiuso gli assicurativi Swiss Re (-1,44% a 83,30 franchi), Swiss Life (-0,23% a 482,50 franchi) e Zurich (-0,27% a 403,50 franchi) che sono apparsi oggi meno convincenti.

Hanno inciso negativamente sul listino anche i pesi massimi difensivi Nestlé (-0,31% a 115,52 franchi), Novartis (-0,25% a 84,45 franchi) e Roche (-0,34% a 365,50 franchi).

Nel mercato allargato va segnalato il balzo di Polyphor (+25,14% a 2,17 franchi), dopo l'annuncio della fusione con l'americana Enbiotix. Emmi (+2,29% a 1073,00 franchi) ha riferito riguardo a un'acquisizione negli Usa.

hm, ats