Ue avvia indagini su App Store e Apple Pay

ATS

16.6.2020 - 15:05

I servizi antitrust dell'Ue vogliono vederci chiaro.
Source: KEYSTONE/DPA/SILAS STEIN

La Commissione Europea ha avviato formalmente due indagini per violazione delle nromative sulla concorrenza che riguardano la multinazionale americana Apple.

La prima concerne le regole della casa di Cupertino per gli sviluppatori di applicazioni, per quanto riguarda la distribuzione di app tramite l'App Store, mentre la seconda coinvolge il servizio di pagamento Apple Pay.

La prima indagine, quella sull'App Store, riguarda in particolare l'uso obbligatorio del sistema proprietario di Apple per acquistare le applicazioni e le restrizioni alla possibilità per gli sviluppatori di informare gli utenti di iPhone e iPad dell'esistenza di possibilità di acquisto più economiche, al di fuori delle app. L'inchiesta copre l'applicazione di queste regole a tutte le app, che competono con le applicazioni e i servizi di Apple nello Spazio Economico Europeo (See).

All'origine della mossa della Commissione ci sono due segnalazioni distinte, una da parte di Spotify e l'altra da parte di un distributore di e-book e audiobook, per quanto riguarda la tutela della concorrenza nei due settori, quello della musica in streaming e quello dei libri elettronici.

La seconda indagine riguarda invece i termini e le condizioni previste da Apple per integrare Apple Pay nelle app e nei siti su iPhone e iPad, la limitazione dell'accesso alla funzionalità Near Field Communication (Tap and go) sugli iPhone per i pagamenti nei negozi e i presunti dinieghi alle richieste di accedere ad Apple Pay.

Tornare alla home page

ATS