Magnitudo ricalcolata

Terremoto in Albania, continua ad aggravarsi il bilancio dei morti

ATS

26.11.2019 - 19:41

Continuano a salire le vittime del sisma in Albania,  dopo il ritrovamento di altre persone senza vita sotto le maceria a Durazzo. Lo riferisce il Ministero degli interni albanese.

I morti, al momento, sono 21, mentre i feriti sarebbe almeno 600. «Team di emergenza stanno arrivando dal Kosovo, dall'Italia, dalla Grecia e da altri Paesi vicini.

I soccorritori sono aiutati da volontari in una manifestazione di solidarietà senza precedenti», ha scritto su twitter il portavoce del governo di Tirana, Endri Fuga.

Emergenza anche per i sopravvissuti

Caritas Albania ha attivato la propria rete diocesana per fare fronte all'emergenza terremoto. Il Ministero dell'Interno di Tirana ha fatto una richiesta ufficiale a Caritas Albania per il supporto alimentare di quanti saranno ospitati nei centri che si stanno attivando: tre di accoglienza e raccolta sfollati a Shijak-Durazzo, altri 3 centri a Tirana, uno a Helms-Kavaje e uno a Lezhe.

Caritas sta anche raccogliendo le prime informazioni dalle parrocchie e missioni per «andare incontro alle esigenze delle persone colpite e ai numerosi sfollati che nel corso delle prossime ore non potranno rientrare nelle loro case. Sono stati segnalati danni anche a chiese ed edifici parrocchiali.

Magnitudo ricalcolata in 6,2

È intanto anche stata ricalcolata in 6,2 dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) la magnitudo della scossa principale avvenuta alle 3:54.

Il valore iniziale, di 6,5, era infatti quello relativo alla magnitudo locale, risultato dai calcoli eseguiti in automatico, come sempre accade quando i sismografi inviano i primi dati relativi a un terremoto.

I calcoli successivi eseguiti dai sismologi indicano la magnitudo momento, che risulta pari a 6,2.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS