Sisma Un terremoto colpisce il Nepal, oltre 130 morti

SDA

4.11.2023 - 08:13

I soccorritori sono ancora impegnati nelle ricerche, soprattutto in alcuni villaggi remoti dove le comunicazioni sono interrotte da molte ore.
I soccorritori sono ancora impegnati nelle ricerche, soprattutto in alcuni villaggi remoti dove le comunicazioni sono interrotte da molte ore.
Keystone

Un violento terremoto ha colpito ieri sera il Nepal. Il bilancio, seppur provvisorio, è pesante: oltre 130 morti e circa 150 feriti. I distretti di Jajarkot e West Rukum, nell'ovest del Paese e vicini all'epicentro, sono stati i più danneggiati.

4.11.2023 - 08:13

I soccorritori sono ancora impegnati nelle ricerche, soprattutto in alcuni villaggi remoti dove le comunicazioni sono interrotte da molte ore. Tutte le forze di sicurezza dei distretti sono impegnate nelle operazioni. Sono stati schierati anche la polizia e l'esercito.

Il terremoto – che secondo il Centro sismologico nazionale del Nepal aveva magnitudo 6,.4 – è stato registrato alle 23.47 ora locale (le 19.02 in Svizzera).

Solo a Jajarkot ci sono stati 92 morti, tra cui anche il vicesindaco del comune di Nalgad, Sarita Singh, e 55 feriti, alcuni dei quali sono stati trasportati in ospedali più attrezzati delle città vicine e altri sono ricoverati nelle strutture sanitarie del posto.

A West Rukum le vittime sono state 36 e i feriti 85. Particolarmente colpiti sono stati alcuni piccoli centri come Aathbiskot, Sanibheri, Bheri, Nalgad, Kushe, Barekot e Chedagad.

Un Paese colpito frequentemente dai terremoti

«Il primo ministro Pushpa Kamal Dahal ha espresso il suo profondo dolore per la perdita di vite umane nel terremoto di venerdì notte e ha mobilitato tutti gli organismi di sicurezza per il salvataggio e il soccorso immediati», si legge in un post dell'ufficio del premier nepalese su X.

«Sono profondamente addolorato per la perdita di vite umane e i danni causati dal terremoto in Nepal. L'India è solidale con il popolo del Nepal ed è pronta a fornire tutta l'assistenza possibile», ha scritto in un messaggio sulle reti sociali il premier indiano Narendra Modi.

I terremoti sono fenomeni frequenti in Nepal, Paese che si trova sulla «cresta» dove le placche tettoniche tibetana e indiana si incontrano e ogni secolo si avvicinano di due metri l'una all'altra, provocando una pressione che viene rilasciata sotto forma di sisma. Nel 2015 un terremoto di magnitudo 7,8 e le successive scosse di assestamento hanno ucciso circa 9'000 persone.

SDA