Epidemia e vaccini

AstraZeneca, in Canada un secondo caso di coaguli di sangue

SDA

18.4.2021 - 08:30

Il vaccino di AstraZeneca è sorvegliato speciale.
Keystone

Le autorità sanitarie canadesi hanno individuato un secondo caso di coaguli di sangue con un basso numero di piastrine dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca, pur continuando a raccomandarne l'uso.

SDA

18.4.2021 - 08:30

Il raro evento – hanno precisato – è stato osservato in una persona che vive nella provincia di Alberta (ovest) che ha ricevuto la versione del vaccino AstraZeneca sviluppato dal Serum Institute in India, hanno scritto le autorità sanitarie su Twitter.

«La persona ha ricevuto cure e si sta riprendendo», hanno detto. Un primo caso era stato segnalato martedì scorso in un cittadino del Quebec che aveva ricevuto lo stesso vaccino.

Le formazioni di coaguli di sangue come risultato del vaccino AstraZeneca «rimangono molto rare» e il Canada «continua a vedere i benefici dei vaccini ... per la protezione contro il Covid-19 che superano i potenziali rischi», hanno detto le autorità sanitarie. «Health Canada e l'Agenzia per la salute pubblica del Canada continueranno a monitorare da vicino l'uso di tutti i vaccini anti Covid-19 e rivedere e valutare eventuali problemi di sicurezza», hanno aggiunto.

A fine marzo, il Comitato consultivo nazionale per l'immunizzazione ha raccomandato alle province di sospendere l'uso del vaccino AstraZeneca nelle persone di età inferiore ai 55 anni, per valutarne i rischi.

Dopo un inizio lento, la campagna di vaccinazione sta guadagnando slancio in Canada. Ad oggi, il 23,3% della popolazione canadese ha ricevuto almeno una dose del vaccino, secondo il sito Covid-19 Tracker Canada. Ma allo stesso tempo, il paese sta affrontando una terza ondata di contagi, costringendo le province a inasprire le misure di contenimento.

SDA