Minacce dopo aver dato via libera ai vaccini per bimbini

SDA

21.12.2021 - 17:05

La Polizia federale brasiliana ha aperto un'inchiesta sulle minacce ricevute dai tecnici dell'Agenzia nazionale di vigilanza sanitaria, aumentate da quando ha autorizzato la vaccinazione contro il Covid-19 per i bambini dai 5 agli 11 anni.
Keystone

La Polizia federale brasiliana ha aperto un'inchiesta sulle minacce ricevute dai tecnici dell'Agenzia nazionale di vigilanza sanitaria, aumentate da quando ha autorizzato la vaccinazione contro il Covid-19 per i bambini dai 5 agli 11 anni.

SDA

21.12.2021 - 17:05

Al quotidiano Correio Braziliense, alcuni dipendenti pubblici, sotto condizione di anonimato, server hanno riferito di temere per la propria vita. Le indagini fanno seguito all'azione del procuratore generale della Repubblica, Augusto Aras, che aveva annunciato «l'adozione di misure» per «assicurare la tutela» degli impiegati dell'Agenzia nazionale di vigilanza sanitaria (Anvisa).

L'escalation delle minacce è stata segnalata pochi giorni dopo che il presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, aveva chiesto i nomi dei responsabili dell'approvazione delle vaccinazioni infantili.

Le minacce ai tecnici di Anvisa hanno provocato dure reazioni in ambiente politico. Il presidente del Senato, Rodrigo Pacheco, ha definito «inaccettabile qualsiasi intimidazione o minaccia dovuta a decisioni che vengono prese liberamente e autonomamente da un'agenzia di regolamentazione».

SDA