Pandemia

Con Omicron il rischio di reinfezione è 10 volte maggiore

SDA

1.4.2022 - 16:38

Con Omicron il rischio di reinfezione è ben 10 volte maggiore che con la variante Delta.

Immagine d'illustrazione
Immagine d'illustrazione
Keystone/DPA/Sebastian Gollnow

SDA

1.4.2022 - 16:38

È quanto si evince dall'indagine intitolata «Covid-19 Infection Survey» e condotta dall'Ufficio Nazionale di Statistica (ONS) britannico.

Gli esperti hanno stimato le reinfezioni avvenute nel Regno Unito tra giugno 2020 e 20 marzo 2022. È emerso che tra 20 dicembre 2021 e 20 marzo 2022 – quando la variante Omicron è divenuta dominante – il rischio di reinfezione è stato 10 volte più alto rispetto al periodo in cui era dominante Delta, grosso modo da metà maggio 2021 al 19 dicembre.

L'immunità al SARS-CoV-2, sia naturale sia indotta dai vaccini, declina nel tempo. Omicron si è dimostrato molto più capace di altre varianti di eludere il sistema immunitario.

«Il rischio di reinfezione da Omicron è di gran lunga maggiore rispetto alle precedenti varianti, e coloro che non sono vaccinati sono molto più a rischio di essere infettati nuovamente rispetto ai vaccinati», ha dichiarato Sarah Crofts dell'ONS.

Sondaggio
Sui trasporti pubblici indossi ancora la mascherina?

SDA