Pandemia

Coppa Svizzera: anche San Gallo rinuncia a un'eventuale festa

bt, ats

20.5.2021 - 15:01

Il digiuno del San gallo in Coppa dura da oltre 50 anni, ma anche in caso di vittoria lunedì non sono previsti grandi festeggiamenti ufficiali.
Il digiuno del San gallo in Coppa dura da oltre 50 anni, ma anche in caso di vittoria lunedì non sono previsti grandi festeggiamenti ufficiali.
Keystone

Non si sa ancora chi alzerà il trofeo lunedì, ma quello che è certo è che non ci saranno festeggiamenti ufficiali per la squadra vincitrice della Coppa Svizzera di calcio.

bt, ats

20.5.2021 - 15:01

Dopo Lucerna, oggi anche la città di San Gallo, l'altra contendente, ha comunicato che le restrizioni legate alla pandemia non permetteranno bagordi.

La decisione, indica una nota odierna, è stata presa al termine di un consulto fra le autorità comunali, la polizia cittadina e il club. Le attuali regole in vigore per contenere la diffusione del Covid non consentono infatti alcun festeggiamento pubblico nell'eventualità che il San Gallo vinca la partita.

Per eventi o riunioni, viene ancora applicato il limite massimo di 15 partecipanti. Inoltre, i locali interni di bar e ristoranti continuano a essere chiusi, mentre le aree esterne possono rimanere aperte non oltre le 23.00. Impossibile quindi pensare a una notte intera di baldoria.

La finale di Coppa Svizzera si terrà il lunedì di Pentecoste

La finale di Coppa Svizzera è in programma per il pomeriggio del lunedì di Pentecoste allo stadio Wankdorf di Berna.

Il Lucerna, vincitore due volte nella propria storia, non si impone più dal 1992 e ha perso le ultime quattro finali disputate, mentre il San Gallo è al suo quinto atto conclusivo ma si è intascato il trofeo solo nel lontano 1969.

bt, ats