Covid

Covid: la Casa Bianca «arruola» influencer contro no vax

SDA

2.8.2021 - 17:07

Vaccini: negli Usa reclutati influencer per convincere i più giovani (immagine d'illustrazione)
Keystone

Per convincere a vaccinarsi contro il Covid gli adolescenti, la fascia d'età ancora più reticente all'immunizzazione, la Casa Bianca ha reclutato un 'esercito' di influencer attivi sui social preferiti dai giovani, da Twitch a YouTube a TikTok.

SDA

2.8.2021 - 17:07

Lo rivela il New York Times, secondo cui la 'campagna acquisti' è iniziata già lo scorso giugno attraverso una agenzia specializzata chiamata Village Marketing.

Fino a 1000 dollari al mese

Al momento, riporta il quotidiano, sono più di 50 gli influencer che hanno accettato di postare contenuti a favore delle vaccinazioni, a cui si aggiungono molti 'micro influencer' arruolati dalle autorità locali, tutti con da 5.000 a 100.000 followers, che vengono pagati fino a mille dollari al mese.

L'iniziativa è lodevole, commenta Renee DiResta, una ricercatrice dell'università di Stanford, ma potrebbe non essere sufficiente contro la massa di disinformazione online promossa dai movimenti no vax.

«C'è un contrasto tra i creatori a cui viene chiesto di diffondere messaggi pro vaccino e gli scettici, che hanno fatto della causa no vax una missione personale. E' un sentimento asimmetrico».

SDA